PISTOIA
Martedì, 05 Giugno 2018 16:57

Festa dei Carabinieri, riconoscimenti ad alcuni protagonisti

Il Procuratore capo di Pistoia Canessa, con il Colonnello Pica, consegna un riconoscimento Il Procuratore capo di Pistoia Canessa, con il Colonnello Pica, consegna un riconoscimento foto Carlo Quartieri

Riconoscimenti ai protagonisti di operazioni e indagini significative

PISTOIA – Nel corso della Festa dell'Arma che si è svolta stamani nella caserma del Comando provinciale di Pistoia, sono stati consegnanti riconoscimenti che sottolineano la partecipazione di diversi militari ad operazioni particolarmente importanti: si fa da operazioni antidroga, all'individuaziuone di piromani, dal blocco di un furto in atto al salvataggio di una persona che stava tentando il suicidio, dall'individuazione degli autori di una rapina allo sviluppo di complesse indagini.

Ecco elogi, compiacimenti e apprezzamenti concessi

ELOGIO al Maresciallo Capo Ciro Di Genua , ora in servizio alla Stazione di Agliana, con la seguente motivazione. “Capo cellula S3/5/7 della Training Unit di Erbit nell’ambito dell’ “Operatiom Inherent Resolve” finalizzata all’addestramento delle Forze di Polizia nel complesso teatro operativo iracheno, ha svolto l’incarico evidenziando non comuni doti professionali, elevato senso del dovere ed incondizionata disponibilità. Animato da altissima motivazione al lavoro e spiccata iniziativa, ha destinato ogni personale risorsa all’assolvimento del compito assegnatogli, dimostrandosi collaboratore estremamente affidabile e di riferimento. L’apporto fornito è stato determinante per il buon andamento della missione ed ha contribuito ad accrescere il prestigio dell’Arma dei carabinieri in ambito multinazionale.” Baghdad (Iraq) marzo 2017 – gennaio 2018

COMPIACIMENTO a: Luogotenente Salvatore Maricchiolo, Maresciallo Maggiore Massimiliano Moncini (ora comandante della stazione di Montale), App. Sc. Giuseppe Parisi e Appuntato Gianvito Iuliano, tutti della stazione di Quarrata, con la seguente motivazione: “Addetto a stazione carabinieri distaccata, unitamente a comandante e ad altri militari, con elevata professionalità, esemplare impegno e spirito di sacrificio, conduceva una prolungata attività investigativa che consentiva di scompaginare un sodalizio dedito all’illecito spaccio di stupefacenti, arrestando nove malfattori, perlopiù stranieri, sequestrando quattrocento grammi di stupefacenti e settemila euro in contanti nonché denunciando due persone per violazione delle norme sull’immigrazione”. Quarrata (pt), aprile 2015 - giugno 2016

COMPIACIMENTO a: Maresciallo Maggiore Francesco Marraccini, V.Brig. Andrea Tomasi, App. Scelto Enzo Bruno, Carabiniere Paolo Oggiano, Car. Antony Forcillo, Car. Irene Donato tutti della stazione di Montecatini Terme, con la seguente motivazione,: “Addetto a stazione carabinieri capoluogo, unitamente ad altri militari, con elevata professionalità, intelligenza investigativa, incondizionata dedizione e non comune spirito di sacrificio, conduceva una complessa indagine che consentiva di scompaginare un sodalizio dedito all’illecito spaccio di stupefacenti in montecatini terme, arrestando dieci malfattori, perlopiù stranieri”. Provincia di Pistoia, Prato, Bologna e Riolo Terme (ra), aprile 2017 - aprile 2018.

APPREZZAMENTO a tutti i componenti della stazione di Capostrada, (ritira l’attestato il comandante Luogotenente Enrico Giannotti), con la seguente motivazione “Comandante e addetti a stazione carabinieri urbana, con corale e sinergica partecipazione, evidenziando spiccata professionalità, profonda conoscenza del territorio e tenace applicazione, conducevano serrata indagine in esito alla quale individuavano e arrestavano una persona che, con dolo, aveva appiccato sette incendi nei boschi a ridosso della città di pistoia, causando forte allarme sociale”. Pistoia, loc. Capostrada, 13 agosto - 21 ottobre 2017.

APPREZZAMENTO a: App. Sc. Enrico Loddo e App. Sc. Alessandro Cimminiello, della stazione di Bottegone, con la seguente motivazione: “Addetto a stazione carabinieri urbana, unitamente ad altro militare, con spiccato spirito di osservazione, intuito operativo ed elevata professionalità, individuava tre nomadi nei pressi di uno sportello bancomat e li sottoponeva ad approfondito controllo, accertando che stavano tentando di fare prelievi con carte rubate poco prima da un’abitazione e da un’autovettura in sosta, rinvenendo refurtiva poi restituita ai legittimi proprietari, sequestrando numerosi arnesi da scasso ed arrestando i malfattori in flagranza”. Pistoia, fraz. Bottegone, 27 agosto 2017

APPREZZAMENTO a: App. Sc. Simone Pazzaglini, addetto alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Pistoia, con la seguente motivazione: “Operatore telematico, libero dal servizio, avuta notizia di una persona che stava per togliersi la vita mediante impiccamento, con spiccata iniziativa e ferma determinazione, accorreva sul posto e interrompeva il compimento dell’insano gesto, sostenendola dalle gambe, per poi liberarla e confortarla fino all’arrivo dei sanitari”. Ponte Buggianese (PT), 22 agosto 2016.

APPREZZAMENTO a: Maresciallo Capo Federico Nerli, App. Sc. Enzo Calcagnile, App. Sc. Maurizio Santarelli, del Norm di Montecatini Terme, con la seguente motivazione: “Addetto a nucleo operativo di compagnia carabinieri distaccata, unitamente ad altri militari, dando prova di qualificata professionalità, intuito investigativo e tenacia, in esito ad articolate indagini estese anche fuori regione, individuava e assicurava alla giustizia due pregiudicati che, nell’ottobre 2016, in Ponte Buggianese, travisati con passamontagna e sciarpa, avevano commesso un’efferata rapina in danno di un esercizio commerciale, minacciando con pistola due commesse e costringendole a consegnare l’intero incasso, di circa settemila euro”. Ponte Buggianese (PT), 15 ottobre 2016 - Gravina di Catania (CT) e Castrovillari (CS), 3 marzo 2017.

APPREZZAMENTO a: Maresciallo Forestale Dario Biagi, con la seguente motivazione: “Comandante di stazione carabinieri forestale, coadiuvato da militari di altri reparti, con elevata professionalità e intuito investigativo, dirigeva prolungate indagini supportate da attività tecniche, che consentivano di individuare e di arrestare il responsabile di incendi boschivi seriali in agro montano, ben undici, causando ingenti danni ambientali e forte allarme sociale”. Sambuca Pistoiese (PT), 22 giugno 2017 - 21 settembre 2017.

Nel corso della cerimonia è stato anche consegnato un attestato di benemerenza, con placca di socio d’onore e copia della sua documentazione matricolare reperita presso l’Archivio di Stato di Firenze, al Carabiniere in congedo Giovannino Iacopini di Pieve a Nievole, 96 anni, per settanta anni di appartenenza all’Associazione Nazionale Carabinieri. Iacopini si è arruolato nell’Arma nel 1941 prestando servizio presso la quarta compagnia d’onore dei Carabinieri Reali della Scuola Allievi Carabinieri di Roma. Catturato e deportato nel 1943, è rientrato in patria nel 1945 e si è congedato nel 1946. Dal 1948 è socio della sezione dell’ANC di Montecatini terme.

Fuori dagli atti formali, il Colonnello Lucio Pica ha attribuito al Procuratore Capo di Pistoia, Paolo Canessa il “titolo” di “amico dell'Arma”.

qui vanno inseriti i moduli banner

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.