PISTOIA
Lunedì, 04 Giugno 2018 22:40

La festa dei Carabinieri, 204 anni dalla fondazione

Le cifre dell'attività in provincia di Pistoia

PISTOIA – Martedì 5 giugno è il giorno della Festa dell'Arma dei carabinieri. Ed è anche il momento per fare i bilanci di un anno di lavoro diretto alla prevenzione ed al contrasto della criminalità per i Carabinieri del Comando Provinciale, delle Compagnie di Pistoia, di Montecatini Terme e di San Marcello Pistoiese, nonché delle 23 Stazioni presenti nel territorio pistoiese.

Proviamo a mettere in fila alcune cifre significative, confrontate (fra parentesi) con i bilanci dell'anno precedente.

Fra il maggio 2017 e la fine di aprile 2018 in provincia di Pistoia i carabinieri hanno effettuato 16.911 servizi sul territorio, fra perlustrazioni e pattuglie, controllando 79.410 persone e 48.341 veicoli.

Sono numeri che danno la misura dell’impegno nell’attività preventiva, talvolta esercitata con l’importante aiuto degli elicotteri e delle unità cinofile dei Nuclei di Pisa e di Firenze: i primi indispensabili per le ricognizioni dall’alto e le seconde utilizzate per rintracciare persone scomparse e per ricercare stupefacenti.

Le tre Centrali Operative CC della Provincia hanno complessivamente ricevuto 95.993 chiamate (92.227) sul 112, trattato 11.672 segnalazioni (11.676) e disposto 11.508 interventi (11.323).

Nell’ambito dell’attività di contrasto, l’Arma ha scoperto 1789 su 9764 delitti (1.871 su 10.271), ha denunciato 1642 persone e ne ha arrestate 259, cifre che non si discostano molto da quello dell'anno precedente.

Sono stati assicurati alla giustizia, in particolare:

- due autori di tentati omicidi;

- 32 rapinatori (5 arrestati e 27 denunciati) a fronte di 76 rapine consumate/tentate (erano state 59 nello scorso anno);

- 198 ladri (26 arrestati e 172 denunciati) a fronte di 5273 furti consumati/tentati. Lo scorso anno c'erano stati più arresti (299) e molti più furti (6063);

- 124 truffatori (3 arrestati e 121 denunciati) a fronte dei 468 casi trattati (erano stati 158 su 501);

- 135 spacciatori (34 arrestati e 101 denunciati), sequestrando 4,735 kg di droghe (cocaina, eroina, hashish, marijuana), 12 flaconi di metadone e 35 piante, segnalando 294 assuntori alle Prefetture competenti. Sono diminuiti sensibilmente gli assuntori segnalati (lo scorso anno erano stati 421) e le sostante sequestrate (24,985 kg).

Nell’ambito dell’attività di polizia stradale si evidenziano:

- 453 sinistri rilevati (in salita rispetto all'anno precedente: erano stati 299);

- 1833 contravvenzioni complessivamente elevate (2695 nel bilancio precedente);

- 90 violazioni per “guida in stato di ebbrezza alcolica” (rispetto a 130);

- 23 violazioni per “guida sotto l’effetto di stupefacenti” (rispetto a 25); 

- 76 documenti di circolazione e 198 patenti ritirate (100 e 243);

- 103 veicoli sequestrati e 69 sottoposti a fermo amministrativo (117 e 78);

- 3993 punti patente decurtati.

In tema di verifiche sui detentori di armi risultano:

- 670 controlli (931);  101 armi e 2201 munizioni sequestrate (121 e 178);

- 57 persone denunciate e 25 destinatarie di proposte di divieto di detenzione armi (erano lo scorso anno 52 e 20).

E ancora 380 le proposte di applicazione delle misure di prevenzione personali, tra avvisi orali, fogli di via obbligatori e sorveglianza speciale (molte di più rispetto alle 145 dell'anno precedente).

In Provincia hanno altresì operato diversi reparti speciali dell’Arma:

 il Gruppo Carabinieri Forestali di Pistoia, ha:

- effettuato 1760 servizi sul territorio (348);

- perseguito 60 illeciti penali e 263 amministrativi (rispettivamente 10 e 45);

- deferito 37 persone all’A.G. ed elevato sanzioni amministrative per 457.535 euro (erano state 7 per 12.778 euro);

l’Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità di Pistoia, ha:

- effettuato 828 servizi preventivi (moltiplicandi quasi per tre quelle del bilancio precedente) nelle quattro Riserve Naturali Statali delle quali cura la gestione e la conservazione, denunciando 2 persone e sanzionandone amministrativamente 5;

- ha organizzato 32 visite con 480 partecipanti;

il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Firenze, in esito a 67 controlli eseguiti (rispetto a 94), ha:

- rilevato 41 infrazioni (52): 25 penali (20) e 16 amministrative (32) per 12.170 (a fronte dei 19.400 euro dello scorso anno;

- deferito 10 persone (lo stesso numero dell'anno precedente) per illeciti penali;

- segnalato 13 persone (14) all’autorità amministrativa per carenze igieniche e per difformità farmaci conformi;

- effettuato sequestri per un valore complessivo di 4.500 euro (6.311);

il Nucleo Operativo Ecologico di Firenze, in esito a 6 controlli su impianti (rispetto a 1, ha:

- rilevato 4 illeciti penali e 1 infrazione amministrativa (era stata 1);

- denunciato 9 persone (nessuna l'anno precedente);

il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Firenze, in esito a 16 verifiche (9), ha denunciato 1 persona e proceduto a 2 sequestri (1 e 0)];

il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Pistoia ha eseguito 107 ispezioni (erano 140) e verificato 441 posizioni lavorative (537) con i seguenti esiti:

- 32 datori di lavoro denunciati (45) per utilizzo di 83 lavoratori irregolari (84) di cui 13 stranieri clandestini (ancora 13);

- 32 attività imprenditoriali sospese (21);

- sanzioni amministrative in tema di sicurezza del lavoro per 118.550 euro (l'anno precedente 73.798);

- sanzioni amministrative sulla gestione dei rapporti di lavoro per 35.136 euro (120.703).

La Sezione di P.G. - Aliq. CC c/o la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pistoia ha trattato circa 1500 fascicoli penali (l'anno precedente 1700).

 

In tema di “contributo dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità”:

- i militari del Comando Provinciale hanno ricevuto 420 studenti nelle caserme e partecipato a 40 incontri con 2.227 studenti di 27 istituiti scolastici;

- il personale dell’Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità ha incontrato 400 studenti di 5 istituti, guidandoli in 25 visite nelle riserve naturali di loro competenza.

A Pistoia, come ovunque nella nazione, la sicurezza percepita genera preoccupazioni non esattamente corrispondenti al livello di sicurezza reale, per il cui raggiungimento i Carabinieri hanno: perseguito l’85% degli 11.535 reati commessi (rispetto all'82% dei 12.669); assicurato alla giustizia il 63% dei 2.878 rei individuati (rispetto al. 76% dei 3.010).

Si tratta di un bilancio indicativo, che “racconta” la storia di un anno. Ma al di là delle cifre c'è la figura del carabiniere, riferimento decisivo per la domanda di sicurezza crescente e come argine a una criminalità che cambia spesso volto e strumenti. (m.d.)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.