PISTOIA
Lunedì, 12 Marzo 2018 18:02

Pistoia, una strada dedicata ai Caduti della Polizia. "Quando incontrate un poliziotto fategli un sorriso"

PISTOIA - “L'elenco dei caduti e le circostanze in cui hanno perso la vita sottolineano quanto sia difficile il lavoro del poliziotto. Ai ragazzi delle scuole presenti rivolgo un invito: quando incontrate un poliziotto, fategli un sorriso”.

Lo ha detto il questore di Pistoia Salvatore La Porta nel corso della cerimonia di inauguarzione della strada intitolata a tutti i caduti della Polizia di Stato della provincia di Pistoia. Data, quella di oggi, che coincide con l’anniversario della morte dell’assistente capo della Polizia Oreste Bertonieri, ucciso il 12 marzo 1987 all’età di 32 anni durante una rapina ad una gioielleria in via degli Orafi.

Presenti alla cerimonia il sindaco Alessandro Tomasi, il Prefetto Angelo Ciuni, il presidente del tribunale Fabrizio Amato, il Procuratore capo della Repubblica Paolo Canessa, i senatori Patrizio La Pietra e Barbara Masini, i consiglieri regionali Massimo Baldi e Marco Niccolai, l'assessore regionale Federica Fratoni, le autorità civili, militari, e i familiari dei caduti.

“Oggi, come già anticipato durante la cerimonia di inaugurazione del Polo della Sicurezza viene intitolata questa strada adiacente alla Questura a tutti i caduti della Polizia. A tal proposito rivolgo un sentito ringraziamento alla precedente ed all’attuale amministrazione comunale per la sensibilità con cui hanno aderito alla nostra idea di ricordare i caduti in servizio” ha continuato La Porta.

Il questore ha poi evidenziato che con l'intitolazione della strada viene reso un doveroso omaggio a chi ha segnato con il sacrificio della vita la strada da seguire ai poliziotti per servire i cittadini.

“Quando un uomo muore, muore un mondo intero fatto di esperienze, di sogni, di speranze, di gioia, di delusioni, di amori, di amicizie, di progetti futuri. Quindi il mio pensiero va alle vedove, ai figli, ai parenti, agli amici dei caduti che sono stati privati degli affetti più cari e che sono rimasti vicini alla nostra istituzione testimoniando quei valori di giustizia, di libertà,di legalità nel solco tracciato dai loro congiunti caduti nell’esercizio del dovere”.

Il sindaco Tomasi ha sottolineato l'importanza di far capire ai giovani il valore delle forze dell'ordine. “Questa strada, vicino al Polo della Sicurezza che è un grande traguardo che guarda al futuro, ricorda chi è caduto per difendere la democrazia e i più deboli”. Nel corso della cerimonia stati poi ricordati i caduti della Polizia di Stato.

Oltre a Oreste Bertoneri, dal 1943 ad oggi nella provincia di Pistoia hanno perso la vita Giuseppe Bartolini, guardia di pubblica sicurezza morto in servizio il 24 ottobre 1943 all’età di 22 anni; Leonardo Ronco, guardia di pubblica sicurezza in servizio alla Stradale, morto all’età di 31 anni; Luigi Marsella, guardia di pubblica sicurezza in servizio alla Stradale morto il 6 luglio 1953 all’età di 27 anni.

Domenico Piccoli, guardia di pubblica sicurezza alla Stradale morto il 30 aprile 1966 all’età di 38 anni; Gino Colaianni, appuntato in servizio alla Stradale morto il 16 maggio 1968 all’età di 43 anni; Carlo Reggioli, vicequestore morto l’11 ottobre del 1974 all’età di 46 anni; Nello Di Salvatore, appuntato in servizio alla Stradale di Lucca morto all'età di 53 anni.

Bruno Lucchesi, appuntato in servizio alla Stradale di Montecatini morto il 23 ottobre del 1976 all'età di 53 anni in uno scontro a fuoco con il bandito Vallanzasca; Luca Benincasa, agente scelto in forza alla Stradale morto il 22 marzo del 2002 all'età di 32 anni.

Il nipote di Bertonieri ha scoperto la targa in memoria ai Caduti della Polizia di Stato e il Questore, con Sindaco e Prefetto, ha depositato una targa. I ragazzi della prima e seconda A del liceo musicale Forteguerri hanno cantato l'Inno Nazionale.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita