Contenuto Principale

Dal centro alle Fornaci fino ai parchi: il Comune di Pistoia installa nuove telecamere

PISTOIACentottanta telecamere ad alta risoluzione installate per intervenire in maniera decisa sul tema sicurezza.

Gli occhi elettronici saranno installati nelle piazze e nelle vie del centro storico, nei principali parchi della città, alle Fornaci, nell’area della Galleria Nazionale e nei punti considerati più problematici dal punto di vista della percezione della sicurezza, come il parcheggio di Porta al Borgo e piazza Oplà.

Il sistema di videosorveglianza, collegato alle centrali operative di Questura, Carabinieri e Polizia municipale, sarà completamente attivo dal prossimo febbraio. Il Comune ha dato avvio alle operazioni di installazione delle telecamere nelle scorse settimane, partendo dal centro storico, area in cui la videosorveglianza entrerà già in funzione a dicembre.

“Le telecamere – dichiara il sindaco di Pistoia, Alessandro Tomasi – rappresentano sia un deterrente a tutela della sicurezza dei cittadini, in grado di prevenire anche eventuali atti vandalici, che uno strumento operativo per non lasciare impunito chi delinque. Il sistema che stiamo installando infatti, permette di avere a disposizione immagini in alta risoluzione anche di notte. La tutela della sicurezza – sottolinea il sindaco – rappresenta un dovere che le istituzioni hanno nei confronti dei cittadini”.

Il nuovo sistema attivo 24 ore su 24, oltre ad andare a sostituire i vecchi impianti a bassa risoluzione ormai inattivi da anni, copre per la prima volta nuovi punti di installazione individuati attraverso il supporto e la collaborazione delle forze di polizia, tenendo inoltre in considerazione le istanze dei cittadini.

“Abbiamo individuato alcuni punti della città che risultano essere più problematici di altri sul fronte delle percezione della sicurezza – spiega il sindaco Alessandro Tomasi – ed è proprio su questi che abbiamo voluto garantire l’installazione delle telecamere nel rispetto anche di quanto espresso dalle persone che in questi mesi ci hanno esternato la necessità di un maggiore controllo su tali zone”.

Tra le nuove aree che saranno coperte dalle telecamere ci sono: il parcheggio di Porta al Borgo con quattro impianti di videosorveglianza; piazzetta Sant’Atto e via della Torre con tre impianti; la Galleria Nazionale con un impianto rivolto sul parcheggio esterno; le Fornaci con otto telecamere a sorveglianza di piazza Nelson Mandela, via Gentile e del giardino pubblico; la zona della Barriera con quattro telecamere rivolte verso via XX Settembre, via delle Mura, via Atto Vannucci, via della Pace; piazza Oplà con due telecamere e piazzetta delle Scuole Normali con altre due. Saranno inoltre coperte dal sistema: la Stazione, piazza San Francesco, parcheggi Cellini, Cavallotti e Pertini, Giardino volante e lo stadio.

Il sistema di videosorveglianza entrerà in funzione anche nel parco di Monteoliveto, piazza della Resistenza, parco della Rana e al Villon Puccini. Come detto, l’installazione è al momento in corso nelle principali vie e piazze del centro storico, come piazza Duomo, La Sala, via degli Orafi, piazza Gavinana, via Roma, via Cino e via dell’Abbondanza. I nuovi sistemi sono ad alta risoluzione e dotati di illuminatori infrarossi per la ripresa di notte. Le immagini acquisite dalle telecamere possono essere utilizzate in sede giudiziaria.

Negli scorsi giorni l’amministrazione ha presentato un progetto in Regione, condiviso con le forze dell’ordine e con la Polizia municipale, per ottenere finanziamenti tramite avviso pubblico destinati al potenziamento del sistema di videosorveglianza in fase di realizzazione. L’intenzione sarebbe quella di estendere il sistema ai punti periferici, con una particolare attenzione rivolta agli accessi viari della città.

Commenti   

#3 Andrea Betti Tibet 2017-10-13 17:26
Bravi! Spero che arresterete tutti quei pisciatori selvaggi che pisciano nei vicoli dietro la Sala di notte. Ma ce la farete ad acciuffarli fra tutte quelle seggiole in mezzo alla strada? Ecco giustappunto…gi à che ci siete mettete anche dei cessi pubblici, puliti e videosorvegliat i of course…
Citazione
#2 marco 2017-10-13 16:50
Non parliamo poi delle limitazione all'uso di detti dati , alla durata , alla cartellazione , ed altro .
Quindi , se le telecamere possano essere utili come deterrente, sembrerebbe che il loro uso spalmato sul territorio a mo' di grande fratello , allo scopo poi di garantire una migliore sensazione di sicurezza del cittadino non fosse possibile.
Le telecamere trovano la giustificazione solamente quando il controllo del territorio da parte delle forze deputate risulti insufficiente il che si evince dalla incidenza di fatti criminosi acclarati e non da percezioni di pericolo .
L'uso indiscriminato di apparecchi di ripresa automatici e delle relative registrazioni, sembrerebbe più rappresentare finalità "politiche " anziché pratiche.
Citazione
#1 marco 2017-10-13 16:42
Si parla di punti in cui le telecamere vengano istallate in punti dove maggiore è la percezione della sicurezza.
Traggo da Google , fra l'altro un ragionamento che farei proprio : "Un soggetto pubblico può effettuare attività di videosorveglian za solo ed esclusivamente per svolgere funzioni istituzionali. Anche quando un’amministrazi one è titolare di compiti in materia di pubblica sicurezza o prevenzione dei reati, per installare telecamere deve comunque ricorrere un’esigenza effettiva e proporzionata di prevenzione o repressione di pericoli concreti. Non è quindi lecita, senza tale valutazione, una capillare videosorveglian za di intere aree cittadine"
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Pistoia

(S)Casualmente, alla San Giorgio la presentazione del libro della giornalista Cavaricci

PISTOIA - Venerdì 27 ottobre sarà ospite della biblioteca San Giorgio la giornalista…

Giovedì visita guidata alla chiesa di San Leone e alla Visitazione di Luca Della Robbia

PISTOIA - Giovedì 26 ottobre alle ore 21.00 presso la chiesa di S. Leone a Pistoia si…

Dadentro Danza, nuova modalità di danzare a Officina Motoria

PISTOIA – Lunedì 6 novembre alle 21, 15 presso Officina Motoria in via Modenese 165…

Pistoia, in via del Can bianco la nuova sede dell'associazione Adusbef

PISTOIA - L'Adusbef, associazione difesa utenti servizi bancari, finanziari, postali,…

Reportpistoia su Facebook