Contenuto Principale

Trasporto sanitario, da Pistoia una ambulanza per il Senegal

nella foto il gruppo Onlus arriva al villaggio nella foto il gruppo Onlus arriva al villaggio foto sito "una scuola e un pozzo in Africa"

PISTOIA - Una ambulanza per il villaggio di Mar Fafaco, Senegal. Continua l'opera della Onlus pistoiese, “Una scuola e un pozzo in Africa”.

“Stiamo acquistando un fuoristrada da adattare ad ambulanza per il percorso della pista dal villaggio al fiume. Quindi acquisteremo una ambulanza vera ed efficiente per il completamento del sistema di trasporto sanitario” evidenzia in una nota la Onlus.

“Tutto questo grazie anche ad un importante contributo alla nostra Onlus della Fondazione della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia. Tutti noi siamo consapevoli che il nostro lavoro rappresenta non più di una goccia nel mare, ma questo non solo non ci scoraggia, ma ci rende ancora più responsabili e solidali” si legge nel comunicato.

Il villaggio di Mar Fafaco.

Una delle ultime scoperte della Onlus è il villaggio di Mar Fafaco, uno degli innumerevoli del delta del grande fiume Saloum nella Regione del Fatick, nel Senegal centro occidentale, vicino al confine col Gambia. In quest’area vivono circa 10.000 persone, divise in tante piccole comunità collocate nell’infinito numero di isolette del delta del fiume. Tutte prive di energia elettrica e di acqua corrente: l’acqua del fiume, infatti, è salata perché l’oceano entra nel delta. Mar Fafaco ha una scuola frequentata da circa 700 ragazzi; un ambulatorio medico con una piccola farmacia gestita da un infermiere e tanti bambini.

Trasporto sanitario

Per arrivare al villaggio è un’avventura: prima l’auto, poi un carretto trainato dal cavallo, quindi una piroga a motore e infine una piroga a remi. "Abbiamo deciso, insieme ad una rappresentanza della popolazione di aiutare a rispondere ad una delle principali emergenze della zona: quella del trasporto sanitario" continua la Onlus.

Solo un esempio. Una partoriente per raggiungere il più vicino ospedale deve percorrere, a piedi, una pista sull’isola per arrivare fino al fiume; quindi salire su una piroga (quando c’è), poi un carretto e, quando viaggia, una vecchia ambulanza per arrivare all'ospedale.

“Abbiamo quindi fatto costruire in loco una piroga-ambulanza, l’abbiamo dotata di un buon motore marino ed abbiamo allestito un “barcone” per aiutare gli ammalati a fare un pezzo del viaggio verso l’ospedale. Un barcone dove, al contrario di quelli che ci presentano le nostre cronache, quasi quotidiane, non porta disperati, ma speranza di guarigione e di vita” conclude la nota dell'associazione.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Pistoia

Giovedì visita guidata alla chiesa di San Leone e alla Visitazione di Luca Della Robbia

PISTOIA - Giovedì 26 ottobre alle ore 21.00 presso la chiesa di S. Leone a Pistoia si…

"Gli 800 martiri", il libro a fumetti sarà presentato all'Edicola di Igor

PISTOIA - All’Edicola di Igor (via Filippo Pacini) a Pistoia, sabato 21 ottobre alle 18…

Dadentro Danza, nuova modalità di danzare a Officina Motoria

PISTOIA – Lunedì 6 novembre alle 21, 15 presso Officina Motoria in via Modenese 165…

Pistoia, domenica il mercato in centro

PISTOIA - Le Associazioni di categoria Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio, informano…

Pistoia, in via del Can bianco la nuova sede dell'associazione Adusbef

PISTOIA - L'Adusbef, associazione difesa utenti servizi bancari, finanziari, postali,…

Reportpistoia su Facebook