PISTOIA
Martedì, 10 Ottobre 2017 22:00

Pistoia, preso a calci e pugni "per colpa" del rombo della moto

di Ilaria Lumini

PISTOIA – Ha aspettato di essere dimesso dal reparto di osservazione breve intensiva del San Jacopo per sporgere denuncia alla Polizia.

Un ricovero durato nove giorni. Il tempo di guarire dalle botte inferte “per colpa” del rombo della sua moto. La vittima, un pistoiese di 40 anni affetto da diabete di tipo uno, dopo l'aggressione era andato in crisi glicemica e aveva avuto un collasso. A chiamare il 118 erano stati gli uomini della Squadra Volante allertati dall'amico che al momento del fatto si trovava con lui. E il 40enne era stato soccorso e trasportato in ambulanza in codice rosso all'ospedale pistoiese per trauma cranico e toracico.

Per danneggiamento, lesioni, violenza privata e minacce aggravate sono stati denunciati due fratelli albanesi di 33 e 38 anni, vicini di casa della vittima. E' stato verso le 18.30 di venerdì 29 settembre che i due hanno massacrato dai cazzotti il pistoiese nel cortile di un palazzo nella zona est di Pistoia. La vittima quel pomeriggio stava sistemando, aiutato da un amico, la sua moto Ktm 1190.

Ed è proprio il rombo della enduro che ha fatto infuriare gli aggressori. I fratelli gli avevano urlato dalla finestra della loro casa al primo piano di smettere di far girare il motore. E lui così aveva fatto. Aveva girato la chiave e spento la moto. Ma non è bastato perché i due, uno di loro ubriaco, sono scesi in cortile e lo hanno massacrato di cazzotti e calci tanto da scatenargli una convulsione. Gli hanno strappato di mano il cellulare così che non potesse chiamare il 113 e lo hanno preso a pugni urlando "ti ammazziamo". Una rabbia cieca che non ha lasciato scampo al 40enne.

E' stato solo quando i due fratelli se ne sono andati che l'amico, che ha cercato invano di aiutare l'aggredito, è riuscito a contattare la Polizia. Sul posto sono intervenuti gli uomini della Squadra Volante della Questura di Pistoia che hanno soccorso il ferito e allertato il 118. I poliziotti hanno aspettato pazienti che la vittima fosse dimessa per formalizzare la querela e denunciare i due fratelli.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Festa PD Santomato