Contenuto Principale
Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Supermercato cinese sul Globo. Sgueglia: "Nessun potere discrezionale del Comune"

PISTOIA - “Il Comune non ha alcun potere discrezionale sull'apertura di un supermercato cinese sul Globo”.

A dirlo è il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Gabriele Sgueglia, che ritorna così sulla questione rispondendo a Casapound. Uno “scontro” a destra, con l'ex candidato Lorenzo Berti che aveva attaccato il sindaco Tomasi di “fare il contrario di quanto promesso in campagna elettorale”. A Berti risponde Sgueglia, voce autorevole nella maggioranza dall'alto delle tante preferenze ottenute.

“Casapound e il Pd hanno accusato il centrodestra di essere incoerente con quanto affermato in campagna elettorale. Inoltre siamo stati accusati di posizioni "medievali" in virtù della sostanziale contrarietà politica che molti degli esponenti della maggioranza hanno espresso circa una possibile colonizzazione del centro storico da parte di attività non in linea con l'identità della nostra cultura cittadina”.

“Oltre a sottolineare che questa nuova apertura è stata approvata dagli uffici comunali sulla base del vigente regolamento costruito dal centrosinistra – scrive Sgueglia – mi preme ricordare a tutti i critici in malafede e agli ultras politici avversi al sindaco Tomasi che un eventuale stop imposto dall'amministrazione ai proponenti, i quali risultano ad oggi essere in regola con tutte le norme vigenti, oltre ad essere di fatto impossibile avrebbe esposto il Comune al serio rischio di perdere un eventuale ricorso causando così uno spreco di denaro dei contribuenti. Comunque sia come consigliere comunale mi adopererò al massimo delle possibilità affinché le istituzioni locali si dotino di  nuove norme che difendano quanto più possibile il nostro centro storico e la nostra identità italiana, toscana e pistoiese nei limiti concessi dalle leggi regionali e nazionali, contando sul sicuro aiuto di Fratelli d'Italia e di tutti gli altri partiti di maggioranza ed opposizione che vorranno contribuire al benessere della città”.

Commenti   

#5 Andrea Betti 2017-10-04 17:59
Io credo in una civiltà multietnica: a me piacciono le città vive anche se non esteticamente allineate alla "tradizione". Quando la tradizione si riduce a un brand o alla caricatura di se stessa, è già morta. Le tradizioni nascono per stratificazioni e contaminazioni secolari, nascono dal vivere le città e non dal trasformarle in salottini stantii o outlet village di prodotti che un tempo compravi "dal contadino" o ti facevi in casa. A me piacciono la spontaneità e anche la libertà, caro Tuci, il negozietto bio km zero di qualità e accanto il kebabbaro, il posticino chic e (non ne esistono più) le osterie popolari, gomito a gomito. Lei si tenga serenamente la sua interpretazione di ciò che auspica l'UNESCO e si goda la gentrificazione unanime in cui sguazziamo.
Citazione
#4 David Tuci 2017-10-01 22:50
Signor Andrea Betti, lei può ironizzare ma consentire l'apertura di locali e attività "tradizionali" nei centri storici è esattamente quello che l'Unesco ha chiesto al comune di Firenze.
Citazione
#3 marco 2017-09-28 23:13
"contando sul sicuro aiuto di Fratelli d'Italia e di tutti gli altri partiti di maggioranza ed opposizione che vorranno contribuire al benessere della città"
e magari coll'aiuto della componente leghista , fra una castrazione chimica e gli amici di forza nuova per le ronde . Siamo ben messi .
A proposito , qualcuno ricorda quella fiamma con scritto mis (Almirante RSI etc e che ancora appare al centro come un santino )?
Citazione
#2 marco 2017-09-28 19:41
Di questa concione mi appassiona solo fascisti del terzo millennio contro fascisti travestiti.
Se avete un minuto andate a vedere le mutande ben stese , non garbatissime mutandine , ma le mutande che arrivano alle ascelle , di due banchi che il mercoledi' tappano gli ingressi del Duomo . Questo ed altro .....
Citazione
#1 Andrea Betti 2017-09-28 12:49
Io vi trovo coerenti: intolleranza travestita da osservanza dei regolamenti ed i soliti ottimi propositi per il futuro di provinciale nanismo, chiusura e protezionismo ansiogeno che auspicate. Solo rivendite di migliacci e necci, e poi supermercati toscani dove trovare solo "presciutto" toscano, pane toscano, vino toscano, olio toscano, servito da toscani. Quando ripristinerete le mura cittadine con tanto di gabelliere in calzamaglia e alabarda? "chi siete?" - "cosa volete?" - "si, ma chi siete?" - "Un fiorino!"
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Pistoia

(S)Casualmente, alla San Giorgio la presentazione del libro della giornalista Cavaricci

PISTOIA - Venerdì 27 ottobre sarà ospite della biblioteca San Giorgio la giornalista…

Giovedì visita guidata alla chiesa di San Leone e alla Visitazione di Luca Della Robbia

PISTOIA - Giovedì 26 ottobre alle ore 21.00 presso la chiesa di S. Leone a Pistoia si…

Dadentro Danza, nuova modalità di danzare a Officina Motoria

PISTOIA – Lunedì 6 novembre alle 21, 15 presso Officina Motoria in via Modenese 165…

Pistoia, in via del Can bianco la nuova sede dell'associazione Adusbef

PISTOIA - L'Adusbef, associazione difesa utenti servizi bancari, finanziari, postali,…

Reportpistoia su Facebook