PISTOIA
Giovedì, 21 Settembre 2017 20:57

Unesco, il comitato pistoiese lancia un progetto per educare alla pace e al dialogo

PISTOIA – In occasione della Giornata internazionale della pace che si celebra il 21 settembre, il comitato promotore per il Club per l’Unesco di Pistoia, ha presentato un progetto rivolto alle scuole del territorio, “Every drop make the Sea”.

“E’ di grande importanza – hanno precisato gli organizzatori del corso della conferenza stampa di presentazione - promuovere società pacifiche, giuste, inclusive, libere dalla paura e dalla violenza, poiché non può esserci sviluppo sostenibile senza pace, né pace senza un mondo che tenga conto della qualità della vita che comprende le condizioni sanitarie, culturali e sociali della popolazione”.

Il progetto punta al raggiungimento di queste finalità, attraverso un percorso trasversale ai vari livelli, per i quali verranno usate metodologie e attività diverse che andranno ad intersecarsi e collegarsi in azioni condivise basate sulla cooperazione, sul confronto e sul dialogo.

Il comitato promotore, interfacciandosi per la prima volta con il sistema didattico locale ha elaborato una proposta progettuale all’interno della quale si ritrovano tutti i temi generali della pace e dello sviluppo sostenibile, scegliendo la strada di un preventivo confronto con le varie realtà scolastiche con le quali intende andare a concordare gli argomenti specifici e le modalità più adattabili alle loro esigenze.

Un percorso da condividere fin dalla fase iniziale e non di sola adesione, cercando un coinvolgimento che vada al di là di una programmazione di date o eventi o proposte predisposte preventivamente.

Il percorso prevede una serie di incontri durante l’arco dell’anno scolastico per le classi terze e quarte delle scuole medie superiori da parte di figure esterne qualificate che argomenteranno sui vari temi con la collaborazione da parte di docenti della scuola disposti a integrare i propri programmi di studio con il progetto. Formazione e sensibilizzazione di un gruppo ristretto di ragazzi con diversa provenienza, etnia, religione.

L’attività divulgativa li impegnerà l’anno successivo in incontri da tenere nelle scuole medie inferiori e elementari che aderiranno al progetto . Saranno loro, attraverso la propria esperienza personale i principali attori e divulgatori dei temi trattati, in un dialogo intergenerazionale che li avvicina sotto diversi aspetti: per età, per linguaggio, per metodo di comunicazione, come elemento di mediazione fra la figura dell’insegnante e quella dell’alunno.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Festa PD Santomato