Contenuto Principale
Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Pistoia, cisterna si ribalta e sversa diserbanti nel fosso Bollacchione: vietato usare l'acqua

PISTOIA – Ieri pomeriggio venerdì 7 aprile in via del Bollacchione a Pistoia all'altezza del numero civico 47 si è verificato un incidente tra due mezzi che ha causato il ribaltamento di un rimorchio cisterna utilizzato per trattamenti fitosanitari.

Il rimorchio conteneva un preparato per trattamenti diserbanti, che si è rovesciato nella fossa al lato della strada e da lì è stato assorbito dal terreno. Nelle ore successive è stata segnalata dagli abitanti la contaminazione del pozzo dell'abitazione vicina al punto di sversamento.

Sul posto sono intervenuti protezione civile del Comune, Arpat che - avvisata del problema intorno alle 20 - ha immediatamente coinvolto la Asl per una valutazione congiunta della problematica. È stato deciso di provvedere ad avvertire le abitazioni limitrofe del rischio di contaminazione dei loro pozzi fin dalla serata, facendole contattare direttamente da Comune e un tecnico della Asl.

Arpat, in collaborazione con Asl, ha svolto campionamenti dei pozzi nell'area interessata dallo sversamento, mentre col Comune è stata fatta una valutazione preliminare dei dati disponibili sulla idrogeologia della zona, per individuare le aree di possibile impatto della contaminazione.

Su questa base è stata messa sotto osservazione un'area di un raggio di 200 metri intorno al pozzo contaminato e inoltre un quadrante di raggio di 400 metri in direzione sud-est. La situazione sarà rivalutata sulla base delle contaminazioni riscontrate nei pozzi campionati all'interno di quest'area, non appena disponibili sulla base delle analisi svolte dai laboratori di Arpat e di Asl ai quali saranno inviati i campioni.

Nelle stesse ore sono stati presi contatti col responsabile dello sversamento per acquisire informazioni sulla natura e la quantità dei prodotti che si erano rovesciati nel fosso, necessarie per predisporre un piano di campionamenti, e al tempo stesso per sollecitare il responsabile della contaminazione ad avviare tutte le misure di precauzione richieste nei casi di contaminazione della falda. Nella mattinata di stamani sabato 8 aprile si sono svolti ulteriori accertamenti sul posto che hanno portato ad avviare operazioni di emungimento e spurgo dal pozzo inquinato, volte a contenere la dispersione dell'inquinante nella falda.

Intanto a breve il sindaco firmerà un'ordinanza per vietare - in via cautelativa nell'attesa della definizione dell'area interessata dall'inquinamento - l'utilizzo dell'acqua a fini domestici in una zona di raggio variabile da 200 a 400 metri.

Da stamani i cittadini possono approvvigionarsi con acqua potabile grazie alle autobotti di Publiacqua presenti sul posto. Lunedì 10 aprile sarà realizzato un allacciamento provvisorio alla condotta di acqua (tubone) di via Toscana affinché le famiglie possano avere acqua potabile per gli usi domestici.

Sono ancora in corso gli accertamenti per la definizione del quadro delle responsabilità e le successive attività sanzionatorie, tuttavia è già evidente che l'azienda titolare del mezzo che ha sversato il prodotto dovrà farsi carico delle operazioni di bonifica della falda che si rendono necessarie.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Pistoia

Settimana della Donazione di Midollo Osseo, sabato giornata di sensibilizzazione

PISTOIA - E' iniziata sabato scorso la seconda edizione della Settimana della Donazione…

"Don Milani. Tutte le opere", la presentazione del libro a Vicofaro

PISTOIA - Sabato 23 settembre alle ore 17,30 nella chiesa di Vicofaro sarà presentata…

Reportpistoia su Facebook