PISTOIA
Sabato, 21 Gennaio 2017 17:45

Commercio Pistoia rompe con il Centro commerciale naturale

di Marta Meli

PISTOIA – I commercianti del centro storico aderenti all'associazione Commercio Pistoia guidata da Paolo Guercini abbandonano il Centro commerciale naturale. 

E lo fanno con una dura polemica sulla gestione e sul funzionamento della struttura. Gli esponenti di Commercio Pistoia puntano il dito in particolare sul metodo di lavoro e soprattutto su trasparenza e correttezza.

Più che un distacco si tratta però di una frattura profonda, destinata a incidere sull'assetto del sistema economico cittadino.

“Non vogliamo entrare nel merito delle posizioni sostenute da quest’associazione – sottolineano gli esponenti di Commercio Pistoia - che liberamente e giustamente fa quello che vuole, ma appare oggi la stampella di un’amministrazione che non mostra certo di avere a cuore l’economia ed il commercio della città”.

Una posizione esplicita insomma. “Tre di noi hanno fatto parte del consiglio del Consorzio Centro commerciale naturale per molti anni – sostengono rincarando la dose della polemica - avendo avuto cento volte la prova che il consorzio è etero-diretto da una importante associazione di categoria  e  che gli imprenditori soggetti del rischio d’impresa sono umiliati a svolgere il ruolo di 'alza-mano' “.

Gli imprenditori di Commercio Pistoia puntano il dito soprattutto sulla trasparenza, parlando di “battaglie portate avanti su questo senza ottenere alcun risultato” o di atti tenuti a cui “non è stato possibile accedere”. E si domandano “quali segreti custodisce” tutto questo.

“Noi, essendo tra i consiglieri che più hanno partecipato, - sostengono i tre componenti del consiglio -  sappiamo solo che i bilanci chiudono stranamente ed in maniera improbabile in pareggio quasi perfetto”.

A far scattare la decisione della clamorosa rottura è stato anche il criterio di ripartizione finanziaria del progetto della luminaria natalizia 2016. “Un’assegnazione non certo equa per noi che abbiamo realizzato quasi l’80% dell’illuminazione del centro storico – hanno concluso i commercianti – solamente 1.750 euro a Commercio Pistoia, 6.500 euro al viale Adua e 21.750 al Centro commerciale naturale”.

“La nostra associazione - hanno ribadito infine gli esponenti di Commercio Pistoia - è per l’unità della categoria ma un’unità a difesa del commercio per fare di più e meglio non al servizio di un’associazione e non suddita di un’amministrazione.

Per questi motivi, i nostri rappresentanti non parteciperanno all’assemblea e non faranno parte del nuovo consiglio”.

 

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Voglia di Vivere 06 PISTOIA