Segnala il commento come inappropriato

Visto che hanno firmato questo bell'accordo speriamo che la CGIL si ricordi anche di chiedere conto all'amministrazione della chiusura o dismissione di servizi educativi, dell'aumento della tari e del costo parcheggi e pubblici trasporti, nonché di regalie fatte a imprenditori (v. Ex Giusti e mancata riscossione della fidejussione su aree exbreda...).

Mi pareva che la CGIL avesse sostenuto le purtroppo deboli iniziative (come "Italia che resiste") per chiedere conto al potere attuale delle scelte fin qui attuate.
Mi ero ovviamente sbagliato.
Continuiamo così e faremo trionfare Salvini, la destra e il malaffare con cui operano. Complimenti!