PIANA

Sabato, 22 Settembre 2018 06:00

Quarrata, riapre la strada dopo la frana di Montorio

Mazzanti: "Grazie agli abitanti per la pazienza"

QUARRATA - Si sono conclusi i lavori di consolidamento della frana di Montorio.

Stamani, sabato 22 settembre, sarà riaperta al transito via Carraia, la strada che porta al paese, finora chiusa perché interessata dai lavori.

Lo scorso inverno, infatti, il cedimento della strada e del muro di sostegno aveva determinato un franamento della pavimentazione stradale che aveva interessato circa metà della carreggiata di via Carraia, strada che collega Quarrata con la frazione collinare di Montorio, nella zona a ridosso di Villa Baldi Papini (circa 200 metri prima del centro della frazione di Montorio).

É stato necessario intervenire per ripristinare le condizioni di sicurezza stradale e anche al fine di prevenire un eventuale peggioramento delle sue condizioni. Il progetto esecutivo dei lavori, redatto dallo studio di ingegneria Domus, è stato approvato dalla giunta comunale lo scorso maggio, per una spesa complessiva di 165.000 euro. I lavori sono stati consegnati alla ditta esecutrice lo scorso 24 luglio e dovevano concludersi, secondo contratto, entro il 15 ottobre, tempi dunque pienamente rispettati.

“Voglio in primo luogo ringraziare – afferma il Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti – tutti gli abitanti della frazione di Montorio per la pazienza dimostrata in queste settimane di lavori, durante le quali abbiamo dovuto modificare la viabilità in entrata e in uscita dal paese. D'altronde non avevamo alternative: il lavoro era necessario per mettere in piena sicurezza, prima dell’inverno, la principale via di accesso alla frazione. Ringrazio inoltre tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione dell’opera, che si è conclusa rispettando i tempi previsti: risultato non frequente né scontato quando si tratta di lavori così complessi”.

Nel dettaglio i lavori si sono concentrati su un tratto di circa 40 metri lungo i quali è stata realizzata una paratia di micropali disposti su due file alternate dotate di cordolo di collegamento in testa in cemento armato.

Sono state realizzate inoltre opere per la sistemazione del rilevato stradale e per la raccolta e lo smaltimento delle acque superficiali. Le lavorazioni si sono poi concluse con il rifacimento di circa 140 metri di pavimentazione stradale in conglomerato bituminoso.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.