PIANA
Venerdì, 06 Luglio 2018 14:29

Servizio idrico a Quarrata, ecco gli interventi previsti

Tra i punti anche la sostituzione del "tubone"

QUARRATA - Comune di Quarrata, Publiacqua e Legambiente Quarrata si sono incontrate nei giorni scorsi per un confronto sulle tematiche più importanti inerenti il servizio idrico integrato sul territorio.

Un incontro chiesto dall’Amministrazione Comunale di Quarrata a Publiacqua e con la partecipazione di Legambiente Quarrata volto a fare il punto della situazione sui prossimi interventi in programma.

Sei i principali temi sul tavolo della riunione.

I lavori di sostituzione della tubazione di adduzione di via 4 novembre, il cosiddetto tubone che collega Quarrata ad Agliana e quindi all’Autostrada dell’Acqua; l’estensione della rete del pubblico acquedotto a vie e zone del Comune ancora non collegate; una collaborazione tra i tre soggetti al tavolo per quanto riguarda i bacini di Falchereto e delle Due Forre; la durezza dell’acqua in alcune zone del territorio comunale; gli investimenti previsti da Publiacqua per la manutenzione e sostituzione delle reti acquedottistiche del Comune di Quarrata; Interventi di dismissione del depuratore di Catena di Quarrata.

Sul primo punto i tecnici Publiacqua hanno illustrato all’Amministrazione Comunale ed a Legambiente il programma di uno degli interventi di sostituzione rete più attesi dai cittadini e più importanti sul territorio dell’intera Piana. Il lavoro è stato diviso in tre lotti ed i lavori per il primo, che riguarderà un tratto di tubazione di circa 800 metri (da Ponte dei Baldi al Cimitero di Vignole), andranno ad iniziare entro la fine dell’estate.

In contemporanea con l’avvio del primo lotto sarà iniziata la progettazione del secondo lotto (tratto di tubazione da Olmi verso il capoluogo) e poi del terzo (da Ponte dei Baldi a San Piero e che si svolgerà in parte sul territorio del Comune di Agliana). Operativamente, il lavoro prevede la posa di una nuova tubazione in ghisa DN 250 (25 centimetri di diametro) per un investimento complessivo di circa 3,5 milioni di euro. Il secondo punto all’attenzione degli intervenuti all’incontro riguardava invece il nodo delle estensioni dell’acquedotto alle zone ancora non servite.

Un tema che riguarda tanti Comuni del territorio gestito da Publiacqua, e che a Quarrata si concentra su alcune situazioni particolari. Amministrazione Comunale, Publiacqua e la stessa Legambiente, ognuno per le proprie competenze, hanno stabilito di collaborare per verificare la fattibilità ed eventuali modalità organizzative ed operative per la soluzione delle diverse situazioni individuate (via Nuova, via Passaiole, via Podere delle Lucciuole e via Case Gori).

Anche per quanto riguarda i bacini del Falchereto e delle Due Forre, Amministrazione Comunale, Legambiente e Publiacqua hanno concordato di valutare assieme la possibilità di rendere questi due invasi fruibili a fini didattici e di visita all’associazione ambientalista, almeno per quanto riguarda gli spazi prospicenti lo specchio d’acqua e considerati tutti i vincoli posti a questa attività dall’utilizzo in sicurezza ed a fini idropotabili degli stessi.

Oltre a ciò Publiacqua e Legambiente hanno confermato l’interesse a collaborare, assieme a Water Righet Foundation, su un progetto di didattica ambientale rivolta al Liceo Artistico Petrocchi di Quarrata e ad altre strutture scolastiche del territorio. Un progetto che potrebbe prevedere, tra le altre cose, interventi in aula ma anche visite ai principali impianti acquedottistici gestiti dall’azienda come ad esempio l’Impianto di Potabilizzazione dell’Anconella e l’Invaso di Bilancino.

Altro punto all’attenzione dell’incontro, poi, quello relativo alla durezza dell’acqua in alcune zone del Comune di Quarrata ed in particolare nella zona nord (quella più vicina al Comune di Agliana). I tecnici dell’azienda hanno spiegato che la durezza è una caratteristica dell’acqua di origine che i trattamenti di potabilizzazione utilizzati non possono influenzare.

Nonostante l’acqua sia potabile, sicura e rispetti i limiti di legge in tutti i parametri, l’azienda si è impegnata a prendere in considerazione tale segnalazione che riguarda comunque solo quelle zone del Comune di Quarrata che ricevono integrazione idrica dall’autostrada dell’acqua e quindi dall’anello idrico pratese.

Infine, ultimo punto affrontato nell’incontro, quello relativo agli interventi sul territorio con Publiacqua che ha presentato i lavori previsti sulla rete acquedottistica di via delle Poggiole e di via Larga e, sul fronte della depurazione, l’intervento di dismissione del Depuratore di Catena di Quarrata che inizieranno a breve visto che la consegna dei lavori alla ditta incaricata è fissta per il prossimo 9 luglio.

I reflui del Comune di Quarrata saranno collettati al Depuratore di Seano, da poco potenziato. Al termine dell’incontro l’Amministrazione Comunale si è impegnata a monitorare, assieme a Publiacqua e Legambiente Quarrata, gli stati d’avanzamento del lavori dei sei punti sopraelencati e a promuovere riunioni sul territorio con i cittadini.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Elena Fenzi 9 PIANA