PIANA
Domenica, 01 Luglio 2018 16:01

Acchiappadiscariche abusive, ancora inciviltà a Quarrata

L'ultima "trovata", la discarica abusiva della Querciola L'ultima "trovata", la discarica abusiva della Querciola

Legambiente ne ha trovate altre sette. Il solito attentato al territorio

QUARRATA – Quando si dice “chi cerca (purtroppo) trova”. Nell'ultima settimana Legambiente Quarrata ha individuato sette nuove discariche abusive divise in quattro strade. Più una trovata proprio oggi nella zona della Querciola. Zona "protetta".  Al compito di “acchiappadiscariche” l'associazione ambientalista quarratina non ha mai voluto rinunciare. Questo infatti è il frutto del suo 15° sopralluogo nel territorio comunale, datato mercoledì scorso 26 giugno.

Le discariche sono state segnalate all’Ufficio Ambiente e ai Vigili Urbani. Nel suo resoconto, con foto associate, il presidente Daniele Manetti parla di “tutte strade ormai note  per il rilascio di rifiuti abusivi da parte di cittadini incivili”. Ma, viene da chiedersi, se questi sono luoghi di abbandono, territori aperti all'inciviltà e all'abuso, perché non si cerca di prendere i colpevoli con le mani nel sacco? Le strade incriminate sono via del Goraio (2 discariche), via San Pietro in Castello (2 discariche), via Rubattorno (2 discariche) e via del Casone (1 discarica).

Si va da sacchi neri colmi di scarti tessili a rottami di lavatrici, da un'Ape smantellata con annessa poltrona rossa (discarica peraltro già segnalata da Legambiente un mese prima), da relitti di frigo a calcinacci a carta catramata...: insomma un repertorio vastissimo di rifiuti ingombranti che molti trovano più “comodo” abbandonare ai bordi di una strada piuttosto che smaltirlo (gratuitamente) nel modo più semplice e corretto.

“Ma quanti rischi e quanta fatica in meno farebbero – si domanda il Presidente di Legambiente Manetti - tutti i cittadini incivili ed ignoranti, che gettano rifiuti per le strade di Quarrata, a portarli presso il Centro Eco in Via Bocca di Gora e Tinaia”. A portarli insomma al loro posto senza inquinare  e depredare il paesaggio.

Ma evidentemente la normalità è poco intrigante.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita

Festa PD Santomato

Elena Fenzi 9 PIANA