PIANA

Giovedì, 07 Giugno 2018 15:36

Quarrata, alla guida con patente falsa fugge dopo incidente

Il 27enne verrà rimpatriato

QUARRATA - Rimane coinvolto in un incidente stradale nel comune di Quarrata e si dà alla fuga, ma due giorni dopo il conducente, un cittadino marocchino di 27 anni con patente di guida falsa, viene rintracciato da una pattuglia delle Territoriale Esterna di Prato che oltre alle sanzioni per guida senza patente e alla denuncia ha accompagnato l'uomo in questura per le procedure di rimpatrio.

La vicenda ha avuto inizio lunedì 4 giugno a Quarrata, quando quando due auto hanno avuto un incidente. Il 27enne si è allontanato omettendo di prestare soccorso al conducente dell'altra auto.

La Polizia Municipale di Quarrata, al termine dei rilievi del sinistro, ha diramato una nota di ricerca con i dati del veicolo datosi alla fuga, del quale era stato rilevato sia il tipo di veicolo che la targa, ed era stata fornita una descrizione sommaria del conducente. Nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 6 giugno, una pattuglia della Territoriale Esterna, percorrendo la via Ferraris, ha incrociato il veicolo segnalato e, riconoscendolo per quello ricercato, ha proceduto immediatamente ad intimare l'alt, per verificare se effettivamente si trattasse del veicolo coinvolto nel sinistro con fuga.

Le verifiche effettuate hanno confermato che si trattava del veicolo ricercato mentre il conducente, messo di fronte ad una serie di evidenze, ha ammesso di essere stato lui alla guida del veicolo quando è successo l'incidente nel comune di Quarrata. Da ulteriori accertamenti effettuati presso il Comando di piazza Macelli, è emerso, inoltre, che il conducente, un marocchino di 27 anni, stava guidando con una patente di guida falsa e non era titolare di alcun documento che attestasse la regolare permanenza sul territorio nazionale. Il veicolo è stato, quindi, sottoposto a sequestro e la persona è stata sanzionata per guida senza patente e denunciata all'autorità giudiziaria per aver fatto uso di atto falso.

Trattenuto al Comando di piazza Macelli, nella tarda mattinata di oggi, è stato accompagnato alla Questura di Prato per le procedure di rimpatrio.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.