PIANA
Giovedì, 24 Maggio 2018 16:39

Inceneritore a Case Passerini, il no del Consiglio di Stato

Agliana in Comune: "Fallimento del programma ambientale del Pd"

AGLIANA – L'inceneritore di Case Passerini non verrà realizzato. E' la sentenza del Consiglio di Stato.

“Questa sentenza è la chiara dimostrazione del fallimento del programma 'ambientale' del Partito Democratico completamente incentrato su un’unica soluzione per lo smaltimento dei rifiuti: l’incenerimento” evidenzia con una nota il gruppo consiliare Agliana in Comune.

Per il gruppo consiliare “questa ostinazione, unita all’incapacità di saper ascoltare le istanze dei cittadini, ha portato all’intervento della magistratura che ha impedito la realizzazione di un impianto che avrebbe vincolato la politica dei rifiuti, obbligando ad incenerire rifiuti per i prossimi 30 anni”.

Agliana in Comune chiede all'amministrazione di dichiarare che la loro intenzione di chiudere l’impianto di Montale nel 2023 è slegata dalla realizzazione dell’impianto di Case Passerini, “smentendo così le dichiarazioni fatte in Consiglio Comunale che vedevano i due impianti legati da un destino comune”.

Per il gruppo di opposizione la politica ambientale regionale si è rilevata un fallimento “come quella comunale. Chiediamo che venga chiesto a tutte le autorità competenti, tra cui la Regione Toscana, l'attuazione della strategia “rifiuti zero” e la chiusura immediata del nostro impianto di incenerimento”.

“Ancora una volta non possiamo che ribadire la nostra contrapposizione al Pd locale che in questi anni ha condiviso e difeso strenuamente una politica ambientale inceneritorista così come ha avuto il "merito" di aver fatto crollare le percentuali di raccolta differenziata nell'inerzia più assoluta” conclude Agliana in Comune.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita