Contenuto Principale
Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Il Pd di Serravalle ribatte al sindaco Lunardi: "sulla discarica non si scherza"

SERRAVALLE – Sulla riapertura della discarica del Cassero si accende il dibattito politico. La lettera del sindaco Lunardi all'assessore regionale Fratoni ha rimesso in moto uno scontro che da mesi covava sotto la cenere. 

Infuocata la risposta che arriva dal Pd. “Sulla Discarica non si scherza – scrive il Partito Democratico di Serravalle - e noi non lo abbiamo mai fatto. La stessa cosa non può dire il Sindaco Lunardi il quale in campagna elettorale promise che, se avesse vinto, non avrebbe consentito la riapertura della discarica: mentiva, sapendo di mentire, ingannava gli elettori sapendo di farlo ed oggi, con il provvedimento di dissequestro del Tribunale, il nodo è venuto al pettine e cerca di rimediare giocando con le parole da politicante consumato!”

Dopo questa che la nota definisce “doverosa premessa”, il Pd cerca di precisare la sua posizione su questa delicata questione.

“Anche dalla opposizione il Partito Democratico di Serravalle, dai gestori della discarica, continuerà a pretendere il rispetto della legge e delle prescrizioni dettate dagli enti preposti, Regione, Arpat e Asl. Allo stesso tempo darà il massimo supporto al 'comitato di controllo' e all’Amministrazione comunale nelle azioni che intenderanno intraprendere al fine di rendere i controlli sempre più efficaci, alleggerire i disagi per i cittadini, salvaguardare la salute e l’ambiente”.
“Il PD, è favorevole alla chiusura della discarica a fine coltivazione – scrive ancora il partito all'opposizione in consiglio comunale - ed è contrario ad ogni ipotesi di ampliamento. In vista della ripresa dell’attività, che porterà nel giro di pochi anni alla chiusura definitiva, segnaliamo due questioni per noi importanti.

1- Riteniamo essenziale, per un rapido recupero ambientale, che la prevista rinaturalizzazione del sito, mediante ricopertura con terra e piantumazione di alberi, non sia rimandata alla fine ma venga realizzata progressivamente, iniziando fino da ora in quelle parti già completamente colmate, per proseguire con le altre che verranno via via completate.

2- Per la sicurezza dell’impianto, chiediamo che siano da ora in poi accolti solo rifiuti provenienti da singole attività produttive, analizzati, tracciati e non mescolati. 

Il PD chiederà ai propri consiglieri regionali a partire dall’Assessora all’ambiente Federica Fratoni, di fare quanto loro consentito dalle leggi per ottenere questi risultati a garanzia dei cittadini”.

Tema aperto dunque e che promette scintille. La prima occasione per chiarirsi le idee potrebbe essere un'assemblea che sembra si stia preparando già per questa settimana a Casalguidi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Piana

Agliana, senza acqua alcune zone venerdì 27 per lavori alla rete

AGLIANA - A causa lavori sulla rete idrica di via Lavagnini e via Selva, dalle ore 8.00…

Incontri sulla salute all'auditorium della Banca Alta Toscana

QUARRATA - Prosegue la collaborazione tra la Fondazione Banca Alta Toscana e la LILT…

Reportpistoia su Facebook