Contenuto Principale
Notice
  • There is no category chosen or category doesn't contain any items

Quarrata, investe una bimba di 2 anni. Si cerca il pirata della strada

QUARRATA - I carabinieri sono sulle tracce del pirata della strada che domenica 8 aprile ha investito una bambina di appena due anni e mezzo, residente in via Vecchia Fiorentina- 1° tronco, mentre camminava a bordo strada con i genitori.

La piccola sarebbe stata urtata da un’auto che l’ha gettata a terra procurandole gravi lesioni. I genitori hanno trasportato la bimba al pronto soccorso dell’ospedale di Prato e da lì la piccola è stata trasferita immediatamente al Meyer di Firenze e ricoverata in prognosi riservata per fratture ad una gamba e varie lesioni interne.

Il conducente dell’auto non si è fermato e ha proseguito la marcia in direzione di Pistoia. Fra le varie ipotesi non si esclude che possa non essersi reso conto dell’accaduto. Al momento del fatto non sono state attivate le forze dell’ordine e la notizia è stata appresa successivamente dal pronto soccorso di Prato. Nel pomeriggio di ieri il padre della piccola ha sporto denuncia al comando stazione di Quarrata.

D’intesa con la Procura della Repubblica di Pistoia i carabinieri diffondono il seguente appello: “Si ricerca un’autovettura station wagon di colore blu scuro o simile, responsabile dell’investimento della minore, che sarebbe transitata fra le 11,30 e le 11,45 in via Vecchia Fiorentina-1° tronco, a forte velocità con direzione Pistoia. Chiunque fosse in grado di fornire informazioni al riguardo è pregato di contattare il 112 oppure il 0573-9721( comando provinciale di Pistoia) o il 0573-72038 (Comando Stazione di Quarrata)".

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Piana

Agliana, senza acqua alcune zone venerdì 27 per lavori alla rete

AGLIANA - A causa lavori sulla rete idrica di via Lavagnini e via Selva, dalle ore 8.00…

Incontri sulla salute all'auditorium della Banca Alta Toscana

QUARRATA - Prosegue la collaborazione tra la Fondazione Banca Alta Toscana e la LILT…

Reportpistoia su Facebook