PIANA

Lunedì, 12 Marzo 2018 16:38

Dopo il terremoto della "fuga" del bambino dal nido d'infanzia, ad Agliana il comune corre ai ripari

AGLIANA – Sulla “fuga” del bambino dal Nido d'infanzia di Agliana, interviene ora l'amministrazione, confermando la singolare vicenda, l'uscita all'esterno della struttura del Nido d'Infanzia “La Margherita”, l'intervento dei carabinieri che hanno recuperato il piccolo al Parco Pertini.

E poi ancora il rientro, l'allarme ai genitori che hanno deciso dopo aver verificato “il buono stato di salute del bambino medesimo”, di lasciarlo al Nido. Questi i fatti dell'otto marzo. Una mattinata terremotata dalla notizia di questa storia per fortuna finita bene e conclusa con un verbale redatto dai carabinieri di Agliana e “inviato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pistoia”.

Fin qui i fatti, che hanno creato attenzione, stupore e polemiche e che avranno un seguito “legale”, vista la delicatezza della questione. Per parte sua l'amministrazione ha deciso di fare una inchiesta interna e, intanto, di aumentare il personale di controllo in tutti i suoi nidi.

Il comune di Agliana scrive in una nota che l'amministrazione “è subito intervenuta formalmente presso la Cooperativa che gestisce il Nido per chiedere di attivarsi per le necessarie indagini interne, al fine di appurare le circostanze e di porre in essere ogni intervento cautelativo affinché non possano reiterarsi episodi del genere e permettere così all'Amministrazione di valutare, in ragione dei fatti e delle responsabilità, le relative azioni da intraprendere”.

Nella nota si sottolinea anche che “l'Amministrazione ha tenuto una riunione con i genitori del Nido coinvolto per spiegare i fatti e ribadire il proprio impegno quotidiano nel mettere in atto ogni azione a tutela della salvaguardia dei bambini. Analogamente è stato informato il consiglio comunale”. Inoltre “nella mattinata di oggi è stato effettuato un sopralluogo dai tecnici comunali, al fine di valutare l'installazione di ulteriori dispositivi che rafforzino le misure di sicurezza già presenti nella struttura, dei quali daremo notizia ai genitori”.

In attesa di capire come possa essere successo che il piccolo sia riuscito ad uscire evitando tutti i sistemi di controllo, intanto l'amministrazione di Agliana ha deciso come misura cautelativa immediata la presenza di ulteriore personale ausiliario per il controllo dei flussi di ingresso ed uscita dai nidi di infanzia.

In tutti i nidi del comune insomma sarà rafforzato il personale. “Tuttavia riteniamo – continua la nota dell'amministrazione - che qualsiasi attività di miglioramento, così come ogni possibile accorgimento utile che potrà essere apportato anche con i suggerimenti delle educatrici che quotidianamente vi operano, non sono che un valido supporto all'insostituibile e costante attenzione di chi ha in custodia i bambini”.

“Quanto accaduto l'otto marzo, sebbene possa comprensibilmente ledere il rapporto di massima fiducia che tutte le famiglie hanno riposto nel servizio comunale – sono le parole finali della nota - non inficerà sull'operato del servizio se non nel rafforzare ancora di più l'attenzione da porre per la sua riconosciuta qualità educativa al fine di consolidare il rapporto di fiducia con l'utenza”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.