PIANA
Giovedì, 08 Marzo 2018 14:21

Quarrata, summit sull'Ombroncello promosso da Legambiente: il problema delle 'acque basse'

QUARRATA – Si è parlato di alluvioni “da acque basse” in una riunione promossa da Legambiente Quarrata, alla quale hanno partecipato assessori e tecnici del comune, l'assessorato all'ambiente della Regione, il Genio civile ed il Consorzio di bonifica Medio Valdalrno. L'incontro si è svolto martedì scorso, 6 marzo. 

Al centro del confronto i problemi provocati dalle alluvioni derivanti appunto dalle acque basse, provenienti per la maggior parte dal territorio del Comune di Pistoia. Infatti le strade di via del Cantone, via del Falchero e via Brana, a causa di queste acque alluvionali ed inquinanti finiscono spesso sott’acqua. Come succede alle frazioni di Olmi, Casini, Vignole e Caserana. Sono temi su cui spesso sono arrivate da Legambiente documentazioni e denunce, con i disagi della gente.

Da Legambiente Quarrata sono stati fatti presenti, durante l'incontro, tutti i problemi per le acque basse che ci sono in queste frazioni: pendenze da ripristinare, ripulitura fossi nelle parti tombate e chiuse , fossi sulla SR 66 della Provincia da risanare, alvei dei fossi laterali alle strade comunali  da ricavare ed affondare, un opportuno piano di idrovore...

Il Comune di Quarrata, il Genio Civile e il Consorzio Medio Valdarno si sono dimostrati disponibili ad affrontare insieme a Legambiente Quarrata tutti questi problemi. “Per parte nostra – dice il presidente della associazione ambientalista Daniele Manetti -  rimarremo in  contatto diretto con i cittadini alluvionati e per le problematiche ambientali che derivano alla zona da questa situazione”.

Per questo dopo l'incontro a tavolino, sono stati accompagnati a visitare i punti caldi i tecnici di Genio Civile e Consorzio Ombrone in Via Brana: per capire meglio la situazione dal vivo e confrontarsi con la gente che la conosce bene.

Al centro del confronto naturalmente il “progetto Ombroncello”, che prevede il riassetto idraulico del fosso Ombroncello nei comuni di Pistoia e Quarrata.

Il Lotto 1, con un finanziamento della Regione Toscana per circa 1,4 milioni di euro, prevede:

-    la realizzazione di una cassa di espansione in comune di Quarrata, con il duplice ruolo di contenere l'effetto di rigurgito dell'onda di piena per contemporaneità degli eventi con il fosso Dogaia– Quadrelli ed il torrente Ombrone Pistoiese;

-    interventi di ricalibratura del fosso Ombroncello;

-   ringrosso e arretramento a campagna dell’argine in sinistra idrografica del fosso Ombroncello e la creazione di una golena permetterà un ulteriore incremento della capacità di invaso del corso d’acqua;

-   risagomatura del reticolo dei fossi secondari e rifacimento, laddove necessario, degli attraversamenti stradali.

-   le opere di completamento.

“Legambiente Quarrata – conclude Manetti - continuerà ad essere presente sul territorio con documenti tecnici  e sopralluoghi e monitorerà  in modo trasparente e collaborativo le problematiche ambientali della nostra piana”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Elena Fenzi 9 PIANA