PIANA
Martedì, 06 Febbraio 2018 17:58

Agliana, "Lungo le vie dell'acqua da Montale ad Agliana": la tavola rotonda

AGLIANA - Si è tenuta questa mattina alla Villa Smilea di Montale la seconda tavola rotonda relativa al progetto “Lungo le vie dell’acqua da Montale ad Agliana. Sentieri didattici esperenziali”.

Portato avanti dai Comuni di Agliana - Comune capofila - e Montale con la collaborazione tecnica di Massimiliano Petrolo, naturalista dell’Ecoistituto delle Cerbaie (foto sotto a destra). Hanno partecipato a questo tavola rotonda: Alessio Guazzini (assessore Comune di Montale), Italo Fontana (assessore Comune di Agliana), Chiara Bartoli (guida ambientale escursionistica), Andrea Dami (artista), Brunero Torracchi (alpini Montale), Antonio Nincheri (alpini Montale), Monica Tognoni (ass. La Tartaruga), Leonardo Massimetti (ass. La Tartaruga), Antonio Gigliotti (Anpi Agliana), Simone Bartolini (Legambiente Agliana e Soci Coop Sez. Agliana), Paola Ballini (Pro Loco Fognano), Gianni Gambesi (Croce d’oro Montale), Misericordia Aglianese, Beatrice Flore (Unpli Pro Loco Pistoia).

L’assessore Alessio Guazzini ha aperto la tavola rotonda facendo gli onori di casa e ponendo l’accento sull’importanza di questa giornata per la conoscenza del territorio e soprattutto per la presenza dei portatori di interesse qui rappresentati dalle associazioni afferenti all’ambiente. Inoltre ha precisato che uno degli obiettivi della riscoperta dei sentieri e delle vie d’acqua è quello di poterli poi inserire nella Rete Escursionistica Toscana.

Ha proseguito poi l’assessore di Agliana, Italo Fontana, rimarcando l’importanza dell’incontro di oggi e precisando che con questo progetto si spiana la strada per futuri “Contratti di Fiume” che coinvolgeranno scuole, cittadini e portatori di interesse. Il dottor Massimiliano Petrolo, dell’Ecoistituto delle Cerbaie, ha illustrato brevemente la cronistoria del progetto. Quest'ultimo verrà presentato a Roma dalla Regione Toscana presso il Congresso Nazionale dei Contratti di fiume e questo darà quindi ampia visibilità al nostro territorio.

Simone Bartolini, rappresentante di Legambiente Circolo Agliana e della sezione dei SociCoop Agliana, ha espresso apprezzamento per la cooperazione dei due Comuni e il grande interesse e partecipazione delle associazioni nei confronti del progetto. Ha proseguito poi dichiarando la disponibilità nell’appoggiare le iniziative che puntano a sviluppare e promuovere la mobilità sostenibile. La Croce d’oro di Montale organizza camminate sul territorio in collaborazione con gli Alpini di Montale e la Pro Loco di Fognano ha progetti di recupero dell’area sopra Scali di Fognano al fine di renderla attrezzata per i pic nic, inoltre propone di cercare una possibile connessione con la via d’acqua della Settola e gli altri rami dell’Agna.

L’Associazione La Tartaruga, in collaborazione con i gestori idrici, dallo scorso anno è entrata con i suoi laboratori sulla potabilizzazione e la depurazione nelle scuole di questo territorio e propone di organizzare una delle due escursioni il 22 Marzo, Giornata nazionale dell’acqua. La Misericordia di Agliana punta a valorizzare le piste/sentieri lungo le aste fluviali del territorio aglianese e la Vab offre la propria disponibilità al progetto proposto dai Comuni.

Infine conclude gli interventi di questa mattina l’Artista Andrea Dami con la descrizione del suo lavoro in fase di sviluppo sul Torrente Ombrone auspicando una “conservazione inventiva” per i nostri corsi d’acqua.

La tavola rotonda si chiude quindi avendo messo a fuoco i seguenti punti: importanza del progetto come fase preparatoria ai bandi dei Contratti di Fiume; ruolo delle Vie d’acqua, della sentieristica (Scuole, turisti, cittadinanza) e della mobilità sostenibile; importanza delle Cartografia di dettaglio del territorio con toponimi, punti di interesse (flora, fauna, storia ecc..); necessità di definire i sentieri a norma RET e la relativa cartellonistica; funzione della sentieristica per la storia, la socialità e la conoscenza ambientale; formazione della cittadinanza attraverso escursioni, didattica nelle scuole, serate a tema ecc..; arte come mezzo di comunicazione anche per le tematiche ambientali e storiche.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Elena Fenzi 9 PIANA