Contenuto Principale

Cultura e sport, le eccellenze pistoiesi premiate dalla Fondazione Banca Alta Toscana

Da sinistra, Gabbrielleschi, Benesperi e Degl'Innocenti Da sinistra, Gabbrielleschi, Benesperi e Degl'Innocenti

di Gina Nesti

PISTOIA Una giornata per celebrare le eccellenze della cultura e dello sport pistoiesi, un connubio che lega il valore del lavoro delle persone, la fatica e l’impegno per il raggiungimento di risultati eccellenti.

Il premio “Cultura e Sport”  della Fondazione Banca Alta Toscana, è stato consegnato ieri pomeriggio a due eccellenze pistoiesi: per la cultura è stata premiata Eva Degl'Innocenti, archeologa che ha condotto scavi in Italia e in Tunisia. È autrice di numerose pubblicazioni ed ha insegnato in diverse università italiane e francesi. Attualmente è direttrice del Museo archeologico nazionale di Taranto.

Per lo sport il premio è andato alla nuotatrice Giulia Gabbrielleschi, tesserata nella società sportiva Nuotatori Pistoiesi, che milita nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro di Napoli. Nel l 2017 ha conseguito la medaglia d'argento nella 10 km di fondo alle Universiadi di Tapei e la medaglia di bronzo ai campionati mondiali di nuoto a Budapest.  

Hanno coordinato la manifestazione Cristina Tuci, direttrice dei Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi di Pistoia, e la giornalista Elisa Pacini. Presenti Anna Lia Colzi, assessore all’istruzione del Comune di Quarrata e Gabriele Magni, assessore allo sport del Comune di Pistoia.

“Questo premio è nato per coniugare i valori della cultura e dello sport, – ha spiegato Benesperi, presidente della Fondazione -  e quest'anno andrà a due giovani donne che hanno raggiunto risultati eccellenti nel 2017. La scelta è caduta su Giulia Gabbrielleschi e Eva Degl’Innocenti. E’ un premio simbolico per sottolineare come grazie all'impegno, al sacrificio e alla passione queste due donne tengono alta l'identità pistoiese in Italia e nel mondo”. 

“Per me ha un significato importante perché racchiude sport e cultura che fanno parte dello stesso valore comune, quello dell’umanità. - ha sottolineato la Eva Degl’Innocenti - Molto interessante avere creato un premio che coniuga le due parole, ed è importante poi riceverlo dalla Fondazione di una banca che ha avuto la sensibilità per queste due tematiche. Da pistoiese sono onorata, un premio su due temi che sono importanti per fare progredire la società”.

Giulia Gabbrielleschi è rientrata a Pistoia proprio ieri da Piombino, dove ha partecipato ad un collegiale con la Nazionale di fondo. Si sta preparando per i campionati invernali in vasca, nel 2018 si allenerà per le varie tappe di Coppa del mondo di fondo e per gli Europei.

“E’ un premio importante perché riconosce i sacrifici degli sportivi pistoiesi fanno ogni giorni ed è una grande soddisfazione riceverlo - ha detto Giulia -. Passiamo parte della vita facendo sport, sacrificandoci e quando arrivano questi riconoscimenti fanno piacere".

Per Gabriele Magni, quello della Fondazione è un riconoscimento importante per lo sport e la cultura.

“Un premio meraviglioso ha detto Magni -, un riconoscimento ad un'atleta come Giulia Gabbrielleschi che è arrivata ad un livello assoluto, conquistando medaglie importanti. Tra Mondiali e Universiadi ha portato a casa metalli preziosi. Il riconoscimento della Fondazione mostra una grande attenzione per lo sport e la cultura, legandoli insieme in questa giornata”. 

Grande la soddisfazione anche di Massimiliano Lombardi allenatore della Gabbrielleschi: “Certamente per un tecnico avere i propri atleti che fanno risultati importanti è una soddisfazione, perché insieme a loro anche io mi sento di vincere in quel momento. Ed è  anche la conferma che il lavoro fatto è stato un buon lavoro. E che la strada è quella giusta e che bisogna continuare in quella direzione".

 

 

 

 

 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna