Contenuto Principale

La Cassazione rinvia la decisione, e la discarica del Cassero resta chiusa

Il cancello chiuso della discarica del Cassero Il cancello chiuso della discarica del Cassero

ROMA - Era atteso per oggi il pronunciamento della Corte di Cassazione sulla discarica del Cassero. La Corte romana invece ha rimandato tutto al 18 gennaio.

Slitta dunque di oltre due mesi la decisione sulla (possibile o proibita) riapertura dell'impianto. La Cassazione aspetta il pronunciamento della Corte europea prima di dire la sua.

La Magistratura di Bruxelles dovrà pronunciarsi sulla tipologia dei materiali conferiti in discarica: nel labirinto delle normative che regolano questo delicato settore nei diversi paesi dell'Unione. La vicenda si muove (lentamente) sul filo sottile delle normative continentali e ai giudici della Corte europea spetterà districare la matassa di quali materiali (e con quali garanzie di controlli) possano avere libero accesso all'impianto. Fino ad allora non ci saranno probabilmente possibilità di riapertura dell'impianto.

Intanto i cancelli del Cassero, in fondo a via del Redolone, restano chiusi, in base all'ultima istanza del 6 ottobre scorso, con la quale il Tribunale del riesame di Pistoia aveva respinto per la seconda volta una istanza di dissequestro avanzata da PistoiAmbiente: più forti delle motivazioni della società di gestione, erano apparsi ancora i dubbi emersi dai consulenti tecnici del Pm Luigi Boccia sui materiali conferiti in discarica: quelle 30.681 tonnellate (il 27% del totale) arrivati al Cassero negli ultimi tre anni di attività, ma provenienti da altri impianti di trattamento. Un mix di cui, secondo il titolare dell'inchiesta, non si conosce la precisa composizione. Il Cassero ha invece limiti precisi di materiali “speciali” che può stoccare. Sono stati valicati? Come e con quali rischi?

Il nodo da sciogliere resta soprattutto questo. E non è una questione di scarso rilievo, visto che di mezzo c'è la sicurezza dell'ambiente quindi della gente del posto. I dubbi devono essere sciolti.

La Cassazione, pur senza pronunciarsi, lo ha detto chiaro. (m.d.)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna