Contenuto Principale

Successo per la Festa Bella. Appuntamento al 2020

Il momento della crocifissione. Sotto: altri scorci della Festa Il momento della crocifissione. Sotto: altri scorci della Festa Leonardo Cecconi

di Leonardo Cecconi

CASALGUIDI – Come tradizione ormai secolare, si è svolta a Casalguidi la “Festa Bella”, rievocazione storica della passione di Gesù Cristo.

Grande passione viene messa anche dagli organizzatori, in primis dal camerlengo Alberto Pratesi e dai figuranti, che ogni tre anni si prestano a questa “sfilata” storica che si svolge il venerdi santo; rispetto agli anni passati è forse mancato un po' di pubblico ed anche i partecipanti sono apparsi in numero minore, ma sufficienti a mantenere viva la tradizione.

Gesù è stato raffigurato, come tre anni fa, da Samuele Morelli, mentre la Madonna è stata interpretata per la prima volta da Serafina Lavia, di origine calabrese, ma da sedici anni residente a Casalguidi.

La novità di quest'anno, durante la sfilata stessa, è stata la rappresentazione del momento in cui Ponzio Pilato decide di essere neutrale nella scelta del condannato e compie l'atto di lavarsi le mani davanti al popolo.

11 quadri rappresentati, tante famiglie, molti bambini ed una grande preparazione, per una rievocazione molto sentita in paese; partita alle 17.30 esatte, la manifestazione è terminata alle 20.20 circa in Piazza Gramsci con la crocifissione di Gesù, in uno scenario molto suggestivo.

L'appuntamento adesso è per il 2020, sperando che questa tradizione possa andare ancora avanti per molti anni.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna