Contenuto Principale

Cambia pelle la Fondazione Banca di Vignole

di Thomas Gargano

VIGNOLE - La Fondazione Banca di Vignole e Montagna Pistoiese si trasforma ma non cambia la sua natura.

Dopo la fuoriucita della Banca di Pistoia, che dal 1 gennaio ha scelto di non sostenere più le attività della Fondazione, l'ente si è rinnovato cambiando pelle e struttura. A partire da quest'anno infatti, tutti i progetti della Fondazione – alla cui guida è stato confermato Franco Benesperi (nella foto a destra)– saranno completamente finanziati da risorse proprie della Banca di Vignole e Montagna Pistoiese.

Cultura, sport, scuola, sociale: queste erano e rimangono le finalità della nuova Fondazione, che nel 2016, oltre ad aver confermato l'impegno su alcuni progetti già avviati negli scorsi anni, ha in ponte nuove iniziative e collaborazioni. Tra queste da menzionare l'importante intesa raggiunta con la Fondazione Marino Marini di Pistoia, con la quale è stato ideato un progetto per la valorizzazione di giovani artisti locali e internazionali.

Tra i progetti riconfermati il Campus scientifico “Il futuro presente”, che quest'anno raggiunge l'abito traguardo delle dieci candeline. Nel periodo dal 5 al 10 settembre si terrà a villa la Magia a Quarrata un corso rivolto agli studenti delle classi III, IV e V degli Istituti secondari superiori delle province di Pistoia, Prato e del circondario di Empoli-Vinci. Lo scopo del corso è quello di stimolare l’interesse dei giovani per gli studi universitari in ambito scientifico. Le lezioni saranno un'occasione per discutere su un’ampia gamma di argomenti, perché è nella natura del Campus privilegiare l'incontro fra le discipline e fra le culture, quindi matematica, biologia, fisica, cosmologia, informatica, ingegneria e climatologia. Confermato anche l'impegno nello sport, con la consegna anche quest'anno delle borse di studio in memoria di Giovanni Giandonati. Un riconoscimento questo, destinato a due ragazzi dell'Istituto Pacini di Pistoia e Salutati di Pescia che si saranno distiniti nello sport e nel rendimento scolastico.

“La Fondazione – ha commentato il presidente Franco Benesperi – è uno strumento per restituire al territorio la ricchezza prodotta dal territorio stesso. La novità della nuova fondazione è che da quest'anno tutte le attività saranno sostenute interamente dalla Banca di Vignole e Montagna Pistoiese, che conferma così ancora una volta il suo impegno a favore del territorio. La bussola che guiderà la nostra attività – ha aggiunto Benesperi – è quella della soliderietà e della cooperazione per creare progetti che abbiano una ricaduta positiva su tutta la collettività”. Oltre a Franco Benesperi, ai vertici della Fondazione sono stati scelti Silvia Nesti (vicepresidente), Sauro Romagnani e Rino Meacci (consiglieri di amministrazione), Sandro Venturi, Francesca Amadori e Marco Corsini (collegio dei revisori). In corso invece le nomine per quel che riguarda i 21 componenti del Consiglio d'indirizzo".

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna