NEWS

Sabato, 23 Marzo 2019 07:49

Via della Seta, quanto valgono gli accordi sottoscritti

Via della Seta, quanto valgono gli accordi sottoscritti foto Afp

Oggi la firma del memorandum d'intesa tra Italia e Cina

ROMA (Adnkronos) -Il presidente cinese Xi Jinping è appena giunto a Villa Madama per la firma del Memorandum di intesa tra Italia e Cina sulla via della Seta e per la sigla dei 29 accordi, di cui 19 istituzionali e 10 commerciali. Xi è stato accolto dal premier Giuseppe Conte e dal picchetto d'onore dell'Arma in alta uniforme.

Nel cortile di Villa Madama sventolano le bandiere italiana, cinese ed europea mentre risuonavano le note dei due inni nazionali. Subito dopo aver passato in rassegna il picchetto d'onore e la stretta di mano a favore di cameraman e fotografi, Xi e Conte hanno fatto il loro ingresso a Villa Madama dove sono attualmente in corso, nella Sala della Contessa, i colloqui tra i due governi. Seguirà, alle 11.30 in Sala Giulio Romano, lo scambio dei 29 accordi, poi a mezzogiorno il pranzo - con 80 ospiti - nella loggia di Raffaello. Subito dopo, attorno alle 12.45, il presidente Xi dovrebbe lasciare Villa Madama per partire per Palermo. Italia e Cina "devono impostare una più efficace relazione", l'auspicio espresso dal premier Conte, che sottolinea come i rapporti tra Roma e Pechino siano già "tradizionalmente molto buoni".

"L'incontro sia proficuo - ha sottolineato ancora il premier - e ci permetta di guardare con rinnovato interesse" ai rapporti tra i due Paesi. Intanto, una Palermo blindata si prepara ad accogliere nel pomeriggio il presidente cinese per una visita che durerà meno di 24 ore. Innalzate le misure di sicurezza e già da ieri sono entrati i vigore i primi divieti di sosta. La polizia municipale ha introdotto oggi nuove limitazioni alla circolazione veicolare. In particolare, piazza Indipendenza è stata chiusa alle auto alle 7 di oggi e lo sarà "sino a cessate esigenze". Top secret i luoghi da visitare. L'unica certezza è la visita a Palazzo dei Normanni, che durerà 37 minuti in tutto. Presenti anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Presidente della Regione siciliana Nello Musumeci e il Presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè.

Una nuova Via della Seta "a doppio senso" per gli scambi fra Cina e Italia. Mattarella ha incontrato ieri Xi Jinping, nella cruciale prima giornata del presidente cinese nella Capitale. Rapporti definiti "eccellenti" quelli fra i nostri Paesi secondo il capo dello Stato italiano, che ha espresso l'auspicio che "le imprese concorrano a scambi proficui per i nostri due popoli" con possibili "sviluppi ulteriori". Nelle parole di Mattarella la diplomazia, il Memorandum d'Intesa per il Belt & Road, l'Europa, ma anche i diritti umani sui quali, spera, "si possa proseguire un confronto costruttivo" insieme a Bruxelles. Dal canto suo, riferendosi a Roma e Pechino, Xi Jinping ha assicurato che "tra noi non c'è alcun conflitto di interesse, sappiamo come rispettare gli interessi della controparte".

Il presidente cinese si è poi detto "fiducioso che le prospettive di collaborazione" tra Italia e Cina abbiano "un futuro brillante". Roma e Pechino, ha quindi sottolineato, "sono amici da lungo tempo, facendo sforzi continui per la collaborazione comune e approfondire l'amicizia tra i nostri due Paesi". Paesi che, nelle parole di Xi, debbono "rafforzare le sinergie per valorizzare la collaborazione nel settore delle infrastrutture, nei settori logistici e portuali e dei trasporti marittimi, per costruire una serie di progetti qualificati lungo la Via della Seta".

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.