NEWS

Lunedì, 10 Dicembre 2018 17:56

Brexit, Theresa May si arrende: voto rinviato

Il voto sull'accordo forse rinviato a gennaio

LONDRA (Adnkronos) -  Alla fine, Theresa May si è arresa. Il voto della Camera dei Comuni sull'accordo per la Brexit, previsto domani, verrà rinviato.

Lo ha annunciato la premier britannica all'aula dei Comuni, spiegando che "se procedessimo e votassimo domani, l'accordo verrebbe respinto con un margine significativo". Una conferma del fatto che la premier, al momento, non dispone dei voti necessari per fare approvare l'accordo. Già stamattina, nel corso di una conference call con i membri del governo, la premier aveva riconosciuto di non essere in grado di far cambiare idea a una fetta consistente dei circa 100 parlamentari Tories che hanno annunciato il loro voto contrario all'accordo.

Quanto a una nuova data per il voto, May non ha voluto dare indicazioni. Il voto sull'accordo potrebbe quindi essere rinviato alla prossima settimana o anche all'inizio di gennaio, come ha lasciato intendere la stessa May, nella speranza che una riapertura del negoziato con Bruxelles apporti all'accordo le modifiche necessarie a ottenere il sostegno dell'ala euroscettica dei Conservatori e dei nordirlandesi del Democratic Unionist Party. May ha poi ricordato che se non ci sarà un accordo con l'Ue entro il 21 gennaio, sarà costretta a fare un intervento in Parlamento.

Un rinvio a gennaio ridurrebbe però i tempi parlamentari per l'approvazione della legislazione necessaria per l'uscita dalla Ue, la cui data è fissata il 29 marzo del 2019. In precedenza il governo era stato censurato dallo speaker dei Comuni, John Bearcow, che ha parlato di "scortesia" istituzionale dell'esecutivo per la decisione di rinviare a data da destinarsi il voto finale sull'accordo, previsto inizialmente per domani sera.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.