NEWS

Mercoledì, 10 Ottobre 2018 18:47

Maltempo, è allerta rossa: crolla ponte a Cagliari

Il ponte crollato in Sardegna Il ponte crollato in Sardegna

Piogge torrenziali in Sardegna. Si estende il maltempo

CAGLIARI (Adnkronos) - Due ponti crollati. E piogge torrenziali, vento e temporali. In tutta Italia scatta l'allerta maltempo. Una forte perturbazione atlantica sta per impattare al Nordovest, mentre sta già portando situazioni alluvionali sulla Sardegna, dove sono crollati due ponti che collegano Cagliari a Capoterra sulla SS 195 e sulla Sp 91. L'immensa quantità d'acqua caduta dalle ore centrali della notte sui monti di Capoterra, comune dell'hinterland, ha attraversato i compluvi e ha raggiunto il mare sfondando letteralmente la litoranea.

Critica anche la situazione nelle gallerie di Sarroch. La Sp91 è stata chiusa per il crollo strutturale della carreggiata accanto ad un ponte. I carabinieri sono sul posto. Chiusa anche la strada SP1 tra Uta e Capoterra. I torrenti che scendono a valle hanno inondato anche il paese che quasi totalmente isolato. Critica anche la situazione nel carcere di Uta. Sempre in Sardegna, la Protezione civile ha diramato un avviso di condizioni meteo avverse, facendo scattare l'allerta rossa per rischio idrogeologico sino alla mezzanotte di giovedì 11 ottobre. La Protezione Civile ha inoltre incrementato il livello di rischio idrogeologico (elevato) e idraulica. E a partire da oggi e sino alla mezzanotte di giovedì è stata diramata l'allerta rossa su sull'intero versante sud orientale della regione, inclusi i comuni di Cagliari, di Campidano, Iglesiente, Flumendosa-Flumineddu.

Il violento temporale che si è abbattuto sulla Sardegna meridionale ha creato numerosi disagi soprattutto in Ogliastra e nel Sarrabus. Situazione preoccupante sulla SS 125 in direzione Tertenia (Nu) per l'esondazione del Rio Quirra con numerosi detriti sulla strada. Al km 93 un camion è rimasto bloccato per l'esondazione che ha invaso la strada. Sempre lungo la SS 125, in comune di Burcei, è esondato il Rio Picocca e sono caduti dei massi per degli smottamenti dovuti alle violente precipitazioni. Per l'allerta meteo rossa, a Cagliari sono stati chiusi uffici pubblici e scuole di ogni ordine e grado, e resteranno chiusi per tutta la giornata di domani. Chiusi anche i parchi e i cimiteri cittadini.

LIGURIA - L'allerta meteo non riguarda solo la Sardegna. Dalla sera e notte di oggi, piogge sempre più diffuse si abbatteranno anche su Liguria e Piemonte con quantitativi d'acqua anche eccezionali e rischio idrogeologico sui settori montuosi. In Liguria, dove è scattata l'allerta arancione, è previsto l'arrivo di precipitazioni intense a partire da Ponente e su tutto il territorio regionale. Attenzione in particolar modo alle province di Imperia, Savona, Cuneo, Torino, Biella, Vercelli e Verbano-Cusio-Ossola. La protezione civile regionale ha diffuso l’allerta meteo emanata da Arpal con le seguenti modalità: per la zona A, quella dell'estremo ponente ligure compresa lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli più l’intera provincia di Imperia e la valle del Centa nell'entroterra, mentre per i bacini piccoli sarà allerta gialla dalle 18 alle 24 di oggi.

L'allerta diventerà arancione dalla mezzanotte fino alle 18 di domani, per poi tornare gialla fino alle ore 20. Per i bacini grandi invece l'allerta arancione scatterà questa sera a mezzanotte e durerà fino alle 20 di domani. Sulla zona B, il centro della Liguria che va lungo la costa da Spotorno a Camogli, comprese Val Polcevera e Alta Valbisagno, sarà in vigore su bacini piccoli e grandi l'allerta arancione da oggi a mezzanotte fino alle 18 di domani, declassata a gialla dalle 18 alle 20. A levante, lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana e compresa tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla, l'allerta sui bacini piccoli sarà gialla da mezzanotte alle 6 di domani mattina, per diventare arancione fino alle 18 e tornare gialla fino alle 20. Sui bacini grandi, invece, allerta gialla dalle 6 alle 18 di domani.

L'entroterra della Valle Stura e gli interni del savonese fino alla Val Bormida avranno in vigore, sui bacini grandi, l'allerta arancione da mezzanotte alle 20 di domani. Su Valle Scrivia, Val D'Aveto e Val Trebbia, invece, sui bacini piccoli e medi scatterà l'allerta gialla da mezzanotte alle 6 di domani, che diventerà poi arancione dalle 6 alle 18 e tornerà gialla fino alle 20, per i bacini grandi invece rimarrà gialla nell'orario tra le 6 e le 18 di domani.

Secondo Arpal la perturbazione in arrivo spazzerà tutta la regione e sono prevedibili fenomeni forti, che potrebbero essere localmente organizzati e persistenti con quantitativi di pioggia elevati. Domani i venti saranno forti di scirocco, il mare agitato anche sottocosta sul centro Ponente. Dalla seconda parte di domani, giovedì, è attesa un’attenuazione delle precipitazioni sul Ponente mentre le ultime piogge residue sono attese, nella mattinata di venerdì, sul Levante della regione. La Sala Operativa Regionale resterà aperta per tutta la durata dell’allerta per monitorare la situazione e per possibili aggiornamenti

PIEMONTE E TOSCANA - Domani il maltempo sarà incessante anche sul Piemonte con piogge e nubifragi. Anche in Toscana sono possibili temporali forti, associati a colpi di vento e grandinate a partire dalle prime ore e per l'intera giornata di domani su Arcipelago, fascia costiera e zone adiacenti. La sala operativa unica della Protezione civile regionale ha per questo emesso lo stato di vigilanza su queste zone a causa dell'avvicinamento della zona di bassa pressione tra Corsica e Sardegna che interessa le zone costiere e l'Arcipelago.

Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito iLMeteo.it pone l'attenzione sui quantitativi di pioggia attesi nelle prossime ore sulla Liguria e sul Piemonte e che potrebbero raggiungere anche i 200-300 litri d'acqua per metro quadro in sole 12 ore, con rischio alluvionale su queste regioni.

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.