NEWS

Martedì, 02 Ottobre 2018 10:02

Scontro tra Italia e Ue, spread sfonda quota 300

Tengono i titoli di lusso

MILANO (Adnkronos) - L'incubo spread torna a turbare il sonno degli investitori. Dopo una giornata caratterizzata dai mercati in fibrillazione, nuovo avvio di seduta tutto in salita.

Lo spread sfonda quota 300 attestandosi al momento a 303 punti con un rendimento del Btp decennale che tocca il 3,43%.

Lo scontro tra Italia e Ue sulla manovra economica ha indebolito le piazze del Vecchio continente che accumulano perdite oscillanti tra lo 0,13% di Londra e lo 0,64% di Bruxelles.

Piazza Affari è la peggiore, con il Ftse Mib che, dopo aver fallito ieri un tentativo di recupero, è tornata in territorio negativo e stamane arretra di un punto e mezzo percentuale.

Sul principale paniere milanese sono le banche a registrare i risultati peggiori, appesantite dall'allargamento dello spread, schizzato oltre i 300 punti base. Ubi, maglia nera, lascia sul terreno il 3,91% seguita da Bper (-3,42%), Unicredit (-2,40%) e Intesa Sanpaolo (-2,60%).

Banco Bpm in avvio è finita in asta di volatilità. Riammessa alle contrattazioni, cede il 4,14%.

Tengono i titoli del lusso: Ferragamo avanza dello 0,29%, Luxottica guadagna lo 0,61%. Ferrari supera la parità a quota +0,13%. Buona anche la partenza dei titoli petroliferi, sulla scia dell'aumento dei prezzi del Brent: Tenaris guadagna lo 0,74%, Saipem lo 0,52%. Euro in calo sul dollaro, con la moneta unica che scambia a quota 1,15467.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.