NEWS

Sabato, 29 Settembre 2018 18:13

Salvini sui conti in ordine: "Di Bruxelles me ne frego"

Mattarella richiama la Costituzione e Salvini attacca Bruxelles

ROMA (Adnkronos) - "La Costituzione italiana, la nostra Costituzione, all’articolo 97 dispone che occorre assicurare l’equilibrio di bilancio e la sostenibilità del debito pubblico. Questo per tutelare i risparmi dei nostri concittadini, le risorse per le famiglie e per le imprese, per difendere le pensioni, per rendere possibili interventi sociali concreti ed efficaci". Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha ricevuto questa mattina al Quirinale i partecipanti all'iniziativa 'Sulle ali della libertà. Viaggio in bicicletta intorno ai 70 anni della Costituzione Italiana'.

"Avere conti pubblici solidi e in ordine è una condizione indispensabile di sicurezza sociale, soprattutto per i giovani e per il loro futuro", ha sottolineato il capo dello Stato.

A stretto giro il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha commentato: "La Costituzione impedisce forse di cambiare la legge Fornero, di ridurre le tasse alle Partite Iva e alle imprese, di aumentare le pensioni di invalidità, di assumere migliaia di poliziotti, carabinieri e pompieri, di aiutare i giovani a trovare un lavoro? Non mi pare".

"Stia tranquillo il Presidente, dopo anni di manovre economiche imposte dall'Europa che hanno fatto esplodere il debito pubblico (giunto ai suoi massimi storici), finalmente si cambia rotta e si scommette sul futuro e sulla crescita. Con equilibrio, con orgoglio e con coraggio. Prima gli italiani, si passa dalle parole ai fatti!", ha concluso il leader della Lega.

Salvini: “Bruxelles? Me ne frego”

"Abbiamo fatto una manovra che investe soldi per chi di soldi non ne vede da molti anni: giovani, pensionati, le pensioni di invalidità. E se a Bruxelles mi dicono che non lo posso fare me ne frego e lo faccio lo stesso". Lo ha detto Matteo Salvini intervenendo alla Giornata mondiale del sordo a Roma.

Il vicepremier oggi ha anche commentato le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il quale ha ricordato che la Costituzione italiana "dispone che occorre assicurare l’equilibrio di bilancio e la sostenibilità del debito pubblico", sottolineando che "avere conti pubblici solidi e in ordine è una condizione indispensabile di sicurezza sociale, soprattutto per i giovani e per il loro futuro".

"La Costituzione impedisce forse di cambiare la legge Fornero, di ridurre le tasse alle Partite Iva e alle imprese, di aumentare le pensioni di invalidità, di assumere migliaia di poliziotti, carabinieri e pompieri, di aiutare i giovani a trovare un lavoro? Non mi pare" ha affermato il ministro dell'Interno.

"Stia tranquillo il Presidente, dopo anni di manovre economiche imposte dall'Europa che hanno fatto esplodere il debito pubblico (giunto ai suoi massimi storici), finalmente si cambia rotta e si scommette sul futuro e sulla crescita. Con equilibrio, con orgoglio e con coraggio. Prima gli italiani, si passa dalle parole ai fatti!", ha aggiunto il leader della Lega.

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.