NEWS

Martedì, 18 Settembre 2018 16:14

Fondi Lega, il Carroccio verserà 600mila euro all'anno

La Procura di Genova ha trovato l'accordo con i legali

ROMA (Adnkronos) - Fondi Lega, accordo raggiunto. La procura di Genova ha trovato l'accordo con i legali della Lega Nord sulle modalità di esecuzione del sequestro della cifra di 49 milioni di euro, che il partito di Salvini deve restituire, a seguito della truffa sui rimborsi elettorali, relativi al biennio 2008-2010.

Secondo quanto concordato saranno oggetto di sequestro centomila euro a bimestre, per un totale di 600mila euro l'anno, che verranno prelevati da un 'conto di garanzia', attivo fino all'estinzione dei gradi di giudizio.

Per la Lega, l'intesa raggiunta con la magistratura del capoluogo ligure, con l'ok al prelievo di fondi (pari a un 'tassa' mensile di 50mila euro) dal conto garanzia, è stata una sorta di scelta obbligata "per mantenere viva l'agibilità politica del partito".

Scelta che non significa, spiegano fonti di via Bellerio, che sia cambiato il giudizio sulla sentenza. "La continuiamo a ritenere una cosa sbagliata, ma, per senso di responsabilità, depositiamo i soldi a garanzia". "Denaro - si ricorda - che arriverà dalle tasche dei parlamentari del Carroccio".

Il ricorso in Cassazione, come oggi hanno spiegato i legali della Lega, Giovanni Ponti e Roberto Zingari, punta a stoppare il provvedimento di sequestro dei beni futuri, deciso dal Riesame lo scorso 6 settembre, fino a recuperare la somma di 49 milioni.

Soldi che per l'accusa sarebbero il frutto della truffa ai danni dello Stato che il leader della Lega Umberto Bossi e l'ex tesoriere Francesco Belsito avrebbero messo in piedi per ottenere falsi rimborsi elettorali, durante il biennio 2008-2010.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.