NEWS

Giovedì, 05 Luglio 2018 14:51

Boom casi di morbillo in Gb, Times: "Colpa di Lega e M5S"

Nuovo attacco della stampa britannica al Governo

LONDRA (Adnkronos) - Il Times punta il dito contro i due partiti "populisti", accusati di essere responsabili dell'aumento dei casi di morbillo nel Regno Unito.

Lo spunto nasce dall'allarme lanciato da Public Health England (Phe), l'agenzia esecutiva del ministero della Salute britannico, che ha dichiarato l'aumento dei casi di morbillo un "incidente nazionale".

Secondo i dati, i casi diagnosticati in Inghilterra nella prima metà del 2018 sonpiù del doppio di tutti quelli registrati nel 2017. La causa principale sarebbe da attribuire ai vacanzieri che contraggono la malattia in Italia e fanno poi ritorno in Inghilterra.

"E' veramente scoraggiante se pensiamo a quanto eravamo vicini alla completa scomparsa della malattia", commenta Helen Stokes-Lampard, presidente del Collegio reale dei medici. Secondo i dati diffusi da Phe, l'anno scorso in Europa sono stati registrati 20mila casi di morbillo, con 48 morti a partire dal 2016.

Sia in Italia che in Romania sono stati individuati oltre 5mila casi, dopo che le percentuali di vaccinazione sono scese rispettivamente all'83 per cento e al 76 per cento. Centinaia di casi sono stati registrati anche in Grecia e in Francia, dove le percentuali di vaccinazione sono rispettivamente dell'83 per cento e del 79 per cento, laddove in Gran Bretagna la percentuale è del 92 per cento, comunque al di sotto del 95 per cento ritenuto necessario per debellare la malattia.

Questi dati forniscono lo spunto all'editorialista del Times David Aaronovitch per scrivere che una delle ragioni dell'aumento dei casi di morbillo nel Regno Unito è "la campagna anti vaccinazioni condotta dai partiti populistiora al potere quando si trovavano all'opposizione". Sia il Movimento 5 Stelle che la Lega, prosegue, "volevano cancellare la legge che rende obbligatori alcuni vaccini per i minori di 16 anni".

L'editorialista del Times scrive che "non c'è alcun legame e nemmeno una correlazione" tra i vaccini e alcune malattie come la leucemia e l'autismo, come "sostenuto dai Cinque Stelle nel 2015". Ma, afferma, "il rifiuto dell'opinione medica generale fa parte della mentalità populista". Aaronovitch se la prende anche con il Front National francese, che ha "posizioni simili" ed è responsabile a suo giudizio del calo delle vaccinazioni in Francia e del conseguente aumento dei casi di morbillo.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.