NEWS

Lunedì, 14 Maggio 2018 10:28

Violenza di gruppo su turista inglese

Cinque persone arrestate per violenza sessuale

SORRENTO (Adnkronos) - Incubo per una turista inglese, drogata e violentata da un branco mentre era in vacanza a Sorrento.

Cinque persone, dipendenti di un albergo in cui la vittima alloggiava, sono state arrestate questa mattina dalla polizia con l'accusa di violenza sessuale di gruppo, con l'aggravante dell'uso di sostanza stupefacente. I fatti risalgono all'ottobre 2016.

Durante l'ultima sera di permanenza della donna in un noto hotel della penisola sorrentina, come ricostruito in una nota della procura di Torre Annunziata, due barman in servizio nella struttura hanno offerto alla turista di circa 50 anni e alla figlia un drink con dentro la cosiddetta 'droga dello stupro'. I due barman hanno a quel punto concentrato le loro attenzioni sulla sola donna, portata nell'adiacente piscina, dove entrambi hanno abusato di lei.

"Consumata la prima violenza", sottolinea una nota della procura di Torre Annunziata, la donna è stata data in consegna a un altro dipendente dell'hotel, che l'ha condotta all'interno di una stanza alloggio del personale, dove ad attenderla c'era un numero "imprecisato di uomini, nell'ordine di una decina almeno, molti dei quali nudi, che a turno" hanno usato "violenza sessuale su di lei". La donna è stata fotografata e ripresa dal branco con il telefonino.

Rientrata in Gran Bretagna la 50enne ha denunciato l'accaduto alla polizia di Kent: è stata dunque sottoposta, fa sapere la procura di Torre Annunziata, al prelievo di campioni biologici e ad accertamenti medici legali. I sanitari britannici hanno rilevato lividi ed ecchimosi su tutto il corpo ed è stata informata l'autorità giudiziaria italiana tramite il Servizio di cooperazione internazionale della Polizia.

Dall'esame dei dispositivi sequestrati al personale maschile in servizio nell'albergo è emersa una chat chiamata 'cattive abitudini' dove gli autori dello stupro commentavano l'accaduto e c'erano scambi di messaggi contenenti anche le foto della donna durante la violenza. E' questo uno dei particolari che ha portato all'identificazione, da parte della polizia, di alcuni dei componenti del gruppo ritenuto responsabile della violenza sessuale.

Alcuni dei presunti responsabili, fa sapere la procura di Torre Annunziata, sono stati identificati anche attraverso: "il rilevamento della presenza del dna degli indagati sul corpo della vittima e in particolare sulle aree interessate dalla violenza"; "le foto dei due barman scattata dalla cittadina britannica con il proprio telefonino"; "la presenza di un tatuaggio a forma di corona sul collo di uno degli autori dello stupro, così come descritto dalla vittima".

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.