NEWS
Giovedì, 12 Aprile 2018 16:36

"Sì a M5S solo se riconosce Berlusconi"

ROMA (Adnkronos) - "Parteciperemo a un governo solo se ci sarà una dichiarazione chiara di riconoscimento di pari dignità di tutto il centrodestra da parte del Movimento 5 stelle".

Lo dice Mariastella Gelmini uscendo da Palazzo Grazioli poco prima dell'inizio del vertice dei leader del centrodestra in vista delle consultazioni al Colle. "Se non ci sarà il riconoscimento formale di pari dignità a Fi e Berlusconi la trattativa non può nemmeno iniziare", conclude Gelmini.

Insomma, senza Forza Italia non se ne fa nulla... Silvio Berlusconi, raccontano, tiene il punto e pone le sue condizioni alla Lega e 'di rimando' a M5S: nessuna trattativa per la formazione di un governo può essere intavolata se non verrà garantita la presenza di esponenti forzisti nella futura 'squadra' di palazzo Chigi. Per questo, si sarebbe impuntato l'ex premier, serve un riconoscimento pubblico della mia leadership. Berlusconi lo dirà chiaro e tondo a Matteo Salvini: Di Maio non pensi di fare a meno di noi.

Il leader azzurro, insomma, è pronto a fare un passo di lato, magari accettando ministri d'area, ma anche i cinque stelle dovranno rimangiarsi ogni veto.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Festa PD Santomato