Contenuto Principale

Virginia, auto su corteo antirazzista: tre morti e 19 feriti

VIRGINIA (Usa) (Adnkronos) - Un'auto di colore grigio ha travolto alcuni manifestanti antirazzisti contro il raduno dei suprematisti bianchi a Charlottesville in Virginia.

Di questi tre sarebbero morti, mentre sarebbero 19 i feriti. Lo ha reso noto un portavoce del centro medico dell'Università della Virginia, citato dai media locali. A quanto scrive il sito The Hill, il conducente dell'auto è stato fermato dalla polizia. Diverse persone avrebbero riportato fratture alle gambe. "La polizia di Charlotteville e quella dello Stato della Virginia sono sul luogo di un incidente con tre veicoli", recita un comunicato delle autorità, citato dal giornale locale, in cui si parla di "ferite multiple".

Secondo il Washington Post, che cita un testimone, chi era alla guida avrebbe ha agito in maniera "assolutamente intenzionale".

L'auto ha colpito la folla, dopo che la polizia aveva disperso il raduno di suprematisti bianchi che sarebbe dovuto cominciare a mezzogiorno ora locale. Poco prima, il governatore della Virginia, Terry McAuliffe, aveva dichiarato lo stato d'emergenza a Charlottesville e la polizia aveva proclamato un'allerta per assembramento illegale. Dopo lo sgombero del parco, dove era previsto il raduno, sono proseguiti scontri fra suprematisti e manifestanti anti razzisti nelle strade vicine del centro della cittadina. E' stato a questo punto, nel primissimo pomeriggio, che l'auto ha travolto i manifestanti anti razzisti in un'area pedonale.

LA CONDANNA DI TRUMP - Condanno i "terribili" fatti di Charlottesville "nei termini più forti". E' quando ha detto il presidente americano Donald Trump, dichiarando che "odio e divisioni devono cessare". "Dobbiamo unirci come americani per amore della nostra nazione", ha aggiunto Trump in dichiarazioni dalla sua residenza di Bedminster. Trump è intervenuto davanti ai media per la cerimonia della firma di un provvedimento sui veterani. Il presidente ha rimarcato i progressi fatti dalla sua amministrazione, come la crescita dell'occupazione, aggiungendo che è "triste" che intanto accadano fatti come a Charlottesville. Come cittadini, ha affermato "dobbiamo restaurare fra noi i legami di fiducia e lealtà, rispettarci e amarci". Dopo la firma del provvedimento, Trump ha lasciato la sala senza rispondere alle domande dei giornalisti che gli chiedevano una presa di posizione sui suprematisti bianchi venuti a manifestare a Charlottesville. Nel suo breve discorso, Trump ha condannato "tutte le parti" coinvolte negli scontri.

Il presidente americano è intervenuto dopo che su Twitter si era già espressa la first lady e diversi utenti e commentatori avevano notato il silenzio del presidente. "Il nostro paese incoraggia la libertà di parole - aveva scritto Melania - ma dobbiamo comunicare senza odio nel cuore. Nulla di buono viene dalla violenza". Il leader della minoranza democratica al Senato, Chuck Schumer, aveva chiesto su Twitter una "forte condanna" da parte di Trump. "Marce e raduni a Charlottesville contro ogni valore della nostra bandiera. Il presidente Trump deve condannare subito nei termini più forti", aveva scritto. Dura anche la presa di posizione del repubblicano Paul Ryan. "Le opinioni che alimentano lo spettacolo a CharlotteSville sono ripugnanti. Dobbiamo impegnarci per unire gli americani contro questo vile estremismo", aveva scritto lo speaker della Camera, condannando i suprematisti bianchi.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna