MONTAGNA

Domenica, 14 Aprile 2019 18:06

Soccorso e sicurezza con gli “Angeli della neve”

Agenti della Polizia di Stato all'Abetone. Sotto: il soccorso sulle piste Agenti della Polizia di Stato all'Abetone. Sotto: il soccorso sulle piste

Bilancio dell'attività degli agenti della Polizia sulle piste dell'Abetone

ABETONE – Finita la stagione sciistica si può tracciare un bilancio della attività svolta dagli “Angeli della neve” della Polizia di Stato.

Sono stati 361 gli interventi totali effettuati nella zona di competenza Ovovia-Pulicchio per il soccorso a sciatori che si sono infortunati durante l’attività sciistica. Fra questi, in 10 casi sono stati rilevati incidenti con responsabilità di terzi, nei quali l’attività della Polizia di Stato è risultata di fondamentale importanza per rilevare e determinare responsabilità ed elementi probatori utili per la risoluzione di successivi, possibili, contenziosi in sede civile e penale.

Numerosi sono stati gli interventi nei quali in tempi successivi, per le gravi lesioni riportate nell’incidente o l’aggravamento delle stesse, è stato necessario l’utilizzo dell’elisoccorso “Pegaso”. Una serie di interventi avvenuti in genere fuori del comprensorio sciistico, con il recupero e il trasporto degli infortunati fuori dalle piste, fino all'appuntamento con l'elicottero attraverso una ambulanza. 

Quella degli “Angeli della neve” della Polizia di Stato è ormai una consolidata presenza sulle piste del Comprensorio Abetonese nelle zone “Ovovia”/“Pulicchio” gestite dalla società Abetone Funivie Spa e presso la zona sciistica della Val di Luce, gestita dalla Società Val di Luce Spa. Una presenza che dà grande sicurezza agli appassionati dello sport della neve.

Nel Distaccamento di Abetone/Ovovia hanno operato l'Ispettore Sups Ruggero Pierconti (della Questura di Grosseto), l'Assistente Capo Marco Chiarella (della Questura di Firenze), l'Assistente Capo Cristian Compiani (della Questura di Firenze) e l'Agente Scelto Diego Maria Rossi (del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze).

Quello della loro attività è sicuramente un bilancio molto positivo, per una stagione in cui il personale della Polizia di Stato ha lavorato intensamente, garantendo una costante presenza presso le piste da sci del comprensorio abetonese.

L’attività, legata ai compiti istituzionali tipici della forza di Polizia, è risultata di incisivo risalto anche per gli interventi di soccorso dei molti infortuni in pista, con il conseguente trattamento sanitario e trasporto a valle.

Lo sci, oggi diventato sport di massa, in funzione sia del suo intrinseco fattore di rischio, che per l’enorme moltitudine di appassionati che coinvolge, ha con il passare degli anni messo in evidenza l’esigenza rendere più ampia l' attività di controllo e di regolamentazione. Per questo è ormai divenuta di fondamentale importanza la presenza del personale della Polizia di Stato addestrato a questi specifici compiti.

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.