MONTAGNA

Lunedì, 09 Luglio 2018 16:43

La Montagna pistoiese chiede il pronto soccorso

Forza Italia: "il nuovo rinvio è una presa in giro"

SAN MARCELLO - "Rispondere dopo oltre un anno rinviando ancora le decisioni è una presa in giro per gli oltre otto mila cittadini della Montagna pistoiese che a maggio 2017 avevano presentato una petizione per chiedere il pronto soccorso presso l’ospedale Pacini di San Marcello Piteglio, per i loro sindaci che ne avevano accolte le istanze e per le associazioni che le avevano sostenute. Noi continueremo a batterci a fianco di quel territorio, e per questo sono già agli atti una nostra interrogazione e una nostra mozione": parola di Forza Italia, che con il Capogruppo in Consiglio regionale Maurizio Marchetti e il Vicepresidente dell’Assemblea toscana Marco Stella così commenta la lettera con cui l’assessore alla sanità Stefania Saccardi ha inteso rispondere, il 19 giugno scorso, alla petizione rivoltale da 8.145 cittadini il 26 maggio 2017.

"La lettera arriva dopo un anno e solo per rinviare la risposta concreta alla discussione sul nuovo Piano sociosanitario regionale integrato. E’ una presa in giro per quella comunità, uno dei soliti atti di arroganza", attaccano gli azzurri in Regione. "Sulla necessità di un pronto soccorso per la Montagna pistoiese – ricordano – ci siamo impegnati e non intendiamo mollare. Siamo ancora in attesa della risposta scritta all’interrogazione sul tema presentata il 22 maggio scorso e in cui chiediamo proprio l’inserimento di quella zona tra le ‘disagiate’ ai sensi della legge Balduzzi, e il giorno seguente abbiamo depositato una mozione per dare maggior forza a questa richiesta. Non intendiamo indietreggiare nemmeno di un passo. Non solo a Pistoia le nostre montagne hanno bisogno di risposte immediate, non certo elargite per graziosità del governo di turno con cadenza annuale".

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.