MONTAGNA

Sabato, 30 Giugno 2018 16:00

Raffica di incidenti alle prove degli europei di Downhill all'Abetone

I soccorritori di AVSSAT. Nell'ultima foto un  momento delle prove I soccorritori di AVSSAT. Nell'ultima foto un momento delle prove

Il più grave un giovane austriaco con la frattura al bacino. Il lavoro dei volontari

ABETONE – E per ora sono soltanto prove. La gara vera e propria infatti è in programma domani. Intanto però fioccano le cadute nelle sezioni sondaggio del percorso. I campionati europei di Downhill hanno già fatto parecchie vittime.

E gli operatori della AVSSAT (Associazione volontari soccorso sci Appennino Toscano), in tutto una ventina, sono già stati sottoposti ad un duro lavoro nella tarda mattinata di oggi, coadiuvati anche dai tecnici del Soccorso Alpino.

Due volte è dovuto volare Pegaso, con una serie di traumi che hanno coinvolto giovani atleti e una signora del pubblico. Tutti stranieri.

Proviamo, raccogliendo informazioni dai volontari dell' AVSSAT, a fare un bilancio: 2 traumi cranici hanno interessato un ragazzo di 25 anni ed una ragazza di 20, entrambi portoghesi; un giovane appassionato di discesa estrema in mountain bike, inglese di 25 anni, ha rimediato nella caduta la frattura ad un polso. Più grave invece la caduta di un giovanissimo austriaco di 18 anni: mentre stava scendendo lungo i 3 chilometri dal Monte Gomito all'Ovovia è incappato in una rovinosa caduta in cui ha riportato gravi lesioni (si parla di frattura) al bacino. Per lui è intervenuto all'Abetone Pegaso 3.

L'ultimo infortunio non riguarda atleti in gara ma una signora polacca di 51 anni, accompagnatrice della squadra dell'est europeo: è scivolata nella parte bassa della pista. Per lei la prognosi parla di frattura della tibia destra. Anche in questo caso c'è stato bisogno dell'elisoccorso, ed è intervenuto Pegaso 1.

Un mini bollettino di guerra insomma. E domani è in programma sulla pista (una fra le più lunghe e difficili d'Europa) la terza tappa dell’IXS Downhill European Cup, con 250 atleti in gara che provengono da ogni parte del vecchio continente.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.