MONTAGNA

Sabato, 26 Maggio 2018 12:30

Gavinana. Si inaugura il Museo naturalistico archelogico

Palazzo Achilli a Gavinana Palazzo Achilli a Gavinana

Una nuova veste per le collezioni della struttura

GAVINANA – Domenica 3 giugno 2018, alle ore 16 verrà inaugurato, nella sua nuova sede di Palazzo Achilli, a Gavinana, il MUNAP, Museo Naturalistico Archeologico Appennino Pistoiese.

Le collezioni del museo, curato e gestito dal Gruppo Naturalistico Appennino Pistoiese con la collaborazione dell’Associazione Ecomuseo della Montagna Pistoiese, sono state trasferite dai locali delle scuole ex SMI di Campo Tizzoro, dove erano ospitate, e hanno trovato finalmente una nuova collocazione, adatta per una migliore valorizzazione e fruizione da parte dei visitatori.

L’allestimento museale, completamente rimodulato, propone in una nuova veste il materiale, che da tempo non era più godibile: reperti di storia naturale e reperti sub fossili, che permettono di approfondire le caratteristiche dell’Appennino Pistoiese dal punto di vista naturale, scientifico e geologico.

Con questo riallestimento l’Ecomuseo arricchisce le sue proposte per il pubblico di adulti e bambini, offrendo la possibilità di indagare sugli aspetti naturalistici e archeologici del nostro Appennino e lo storico Palazzo Achilli accresce così la sua valenza di polo culturale, con offerte di diverse tematiche; la cooperazione fra le associazioni ha già visto i suoi frutti nell’organizzazione di un ricco calendario di conferenze e laboratori, che interessano sia il museo che il punto informativo.

L’intervento è stato reso possibile grazie ai contributi erogati dalla Regione Toscana, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e alla partecipazione del Comune di San Marcello Piteglio; con la supervisione scientifica della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Firenze, Pistoia e Prato.

All’evento saranno presenti il Sindaco di San Marcello Piteglio, Luca Marmo, e il Presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia, Luca Iozzelli.

Vi aspettiamo per visitare insieme il nuovo allestimento, per scoprire le tracce delle prime fasi di colonizzazione della montagna da parte dell’uomo e per presentarvi la star del museo: la ricostruzione di uno scheletro di orso delle caverne, una femmina, che abitava le nostre montagne fino a circa 20.000 anni fa.

È possibile visitare il museo con questi orari: in giugno e in settembre, dal giovedì alla domenica, ore 16-19, luglio e agosto: dal giovedì al sabato, ore 10-13, la domenica e il giorno 15 agosto, ore 16-19; su prenotazione negli altri periodi dell’anno.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.