MONTAGNA
Domenica, 06 Maggio 2018 18:55

Colpisce il vicino in testa con un paletto, arrestato

L'aggressore è di Campotizzoro

CAMPO TIZZORO – Un uomo colpito alla testa con un paletto di ferro e l'aggressore arrestato per tentato omicidio. Un violento litigio iniziato in cortile, poi dentro un appartamento di Capotizzoro. A causa di una difficile convivenza nello stesso stabile, per rumori, sporcizia, cattivi odori, che avena causato già screzi fra i due che abitano in in appartamenti su piani diversi. Questa volta non si sa con precisione il motivo scatenante. Certo è che è esplosa la violenza, è spuntato il paletto di ferro con cui l'uomo è stato colpito alla fronte. E' successo stamani, nella tarda mattinata.

Il violento litigio ha coinvolto un operaio di 22 anni di origini albanesi e un 37enne ambulante di origine nigeriana. Questa mattina l'ennesima lite è cominciata nel cortile condominiale di via delle Pompe dove ci sarebbe stato un primo contatto fisico fra i due. Il 37enne si sarebbe quindi recato nel suo appartamento e qui sarebbe stato seguito dal 22enne che nel frattempo si era "armato" di un paletto di ferro (di quelli utilizzati per delimitare le proprietà o gli accessi) sradicato dal bordo della via antistante il condominio. La lite è quindi ripresa dentro l'appartamento della vittima che è stata violentemente colpita alla fronte con il paletto.

A questo punto l'aggressore è tornato nel suo appartamento e ha chiamato lui stesso il 112. “E' in corso una lite con il mio vicino”, ha detto al centralino dei carabinieri. Il 37enne si é nel frattempo trascinato in strada dove é stato soccorso da un passante, che ha allertato il 118. Il ferito è stato trasportato al San Jacopo dove é stato curato per la profonda ferita lacero contusa riportata. Poco dopo è stato dimesso con una prognosi di 15 giorni.

L'aggressore ha atteso l'arrivo dei carabinieri di Campo Tizzoro ed è stato anch'egli medicato al pronto soccorso di San Marcello. I carabinieri hanno sequestrato il paletto utilizzato dall'aggressore, sentito alcuni testimoni e d'intesa con la Procura hanno proceduto all'arresto del 22enne che è stato trasferito al carcere di Pistoia, dove sarà interrogato nei prossimi giorni. Su questa brutta storia sta indagando anche il Norm di San Marcello.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita