MONTAGNA
Venerdì, 04 Maggio 2018 22:56

Raccolta dei rifiuti ingombranti: è una emergenza

La denuncia di Forza Italia e FdI

SAN MARCELLO – La questione della raccolta dei rifiuti ingombranti è stata sottovalutata. Lo sostengono Michele Giannini, addetto stampa di Forza Italia della Montagna pistoiese e Giorgio Fabbri, esponente di Fratelli d'Italia della Montagna.

Basta girare un po’ per le strade per rendersi conto di quello che sta avvenendo, accusano i due esponenti del centrodestra, ovvero le tante discariche a cielo aperto, che stanno crescendo vicino ai punti di raccolta rifiuti.

“Eppure -dicono in una nota - sembra che nessuno dell’Amministrazione comunale, se ne stia rendendo conto, forse viaggiano con i paraocchi, o per non smentirsi fanno finta di non vedere. Così, presto, molto presto, ci ritroveremo con centinaia di discariche a cielo aperto, in tutto il territorio comunale. Di sicuro il nostro paese non si merita questo, di sicuro i suoi cittadini non si meritano di vedere il danno ambientale che si sta realizzando”.

L’Amministrazione, dicono Giannini e Fabbri, dovrebbe salvaguardare la salute e il decoro, nell’interesse dell’intera comunità, invece sarà la causa principale del danno.

“Quando si prendono certe decisioni – affermano in una nota -, bisogna essere anche lungimiranti, cercando di prevedere quali saranno gli effetti futuri sulle persone, sul territorio, sull’ambiente, ma a quanto pare queste cose non fanno parte del loro Dna. Hanno messo sul sito del comune, l’avviso di come sono cambiate le regole, per la raccolta dei rifiuti ingombranti, senza porsi almeno il dubbio, di chi è in grado di connettersi al sito stesso. Ed hanno messo qua e là qualche volantino, credendo di aver fatto 'cosa buona e giusta'. La realtà che sta venendo fuori è che la maggioranza della popolazione non è a conoscenza di queste nuove regole, si doveva fare una campagna d’informazione capillare, molto più utile, e di civile importanza, magari inserirlo sul librettino che il Comune ha mandato a casa di tutte le famiglie”.

Nonostante la presenza di alcune telecamere per sorvegliare alcune zone del comune, l'Amministrazione non riesce a punire in modo esemplare chi sporca violando le regole.

“Occorre porre fine a questo scempio – dicono Giannini e Fabbri -. Anche a costo di perdere qualche voto. Invece ci si accanisce, nel periodo estivo, contro chi parcheggia la macchina negli spazi non autorizzati, contro chi, magari scappando dal caldo della città, vuole passare qualche ora in montagna. Troppo facile, una macchina parcheggiata in malo modo rimane tale sia d'estate che d'inverno. Ora chi ha preso queste decisioni, corra ai ripari e con la massima urgenza, prima che tutto il territorio comunale si riempia di discariche, un bel biglietto da visita per i pochi turisti che hanno ancora il coraggio di venire da noi”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.