MONTAGNA
Mercoledì, 18 Aprile 2018 15:34

A Popiglio tre giorni di musica dedicati al chitarrista Django Reinhardt

SAN MARCELLO PITEGLIO - Con tre giornate dedicate al mitico chitarrista zingaro francese Django Reinhardt, il Comune di San Marcello Piteglio lancia la prima edizione del Popiglio Django Festival, un evento musicale ambientato nel cuore dell’Appennino Toscano.

Da venerdì 27 a domenica 29 aprile la montagna pistoiese e i suoi borghi storici, Popiglio, Piteglio e Piano degli Ontani accolgono musicisti, stagisti, pubblico di appassionati e propongono una tre giorni di immersione nelle sonorità swing.

La direzione artistica del Festival è affidata a un grande epigono della musica di Django, Maurizio Geri, uno dei primi chitarristi in Italia ad aver riproposto in chiave contemporanea le suggestioni dello swing. Le proposte artistiche scelte da Geri per questa prima edizione offrono un ventaglio variegato di suoni e contenuti: i concerti serali si tengono alle 21 al Teatro Mascagni di Popiglio: venerdi 27 spetta al Gipsy Accident aprire il festival, un trio torinese composto da giovani talenti della scena manouche italiana.

Sabato 28 i virtuosismi chitarristici di Jacopo Martini dialogano con l’orchestra swing di Nico Gori, miglior clarinettista italiano per la rivista musica jazz di quest'anno; l'orchestra, composta da undici elementi, offre un repertorio che spazia dai classici dello swing alla canzone, con uno speciale tributo alla figura di Django Reinhardt.

Infine domenica 29 è la volta del quartetto Ottomani, guidato dal chitarrista turco-olandese Tolga During che propone un repertorio originale ispirato al medio oriente. Inoltre in tutti e tre i giorni, alle ore 18 appuntamento per un concerto-aperitivo in tre diversi locali, mentre al termine delle tre serate, il quartetto Honolulu swing allieterà il dopo festival dando vita ad una vera e propria jam-session a cui tutti i musicisti presenti potranno partecipare.

L'aspetto didattico è una parte fondamentale del festival, ed è affidato quest'anno a tre maestri dello strumento: i chitarristi Jacopo Martini e Tolga During e il clarinettista Nico Gori, affiancato per l’occasione dal contrabbasso di Nino Pellegrini.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Pubblicita