MONTAGNA

Venerdì, 02 Marzo 2018 13:38

Ghiaccio sulle strade, chiusa la sr 66 Le Piastre-Prunetta

di Guendalina Ferri

LE PIASTRE - Strade ghiacciate, trasporti pubblici congestionati, fenomeni di gelicidio. La collina e la montagna pistoiese, in queste ore, stanno facendo i conti coi disagi creati dal freddo.

Chiusura urgente della sr 66 dal bivio Sp 21 Le Piastre-Prunetta. La strada è chiusa al bivio Sp 632 località Pontepetri per la formazione di gelicidio (pioggia cristallizzata sulla strada) (foto a sinistra)

“Il provvedimento è assunto per scongiurare eventi dannosi e per garantire la pubblica incolumità dato il pericolo rappresentato dal gelicidio, fenomeno atmosferico insidioso che causa la caduta di alberi per il sovrappeso provocato dalla neve e dal ghiaccio con temperature prossime a 0°” si legge nella nota della Provincia.

Il blocco disposto da oggi, 2 marzo, alle ore 11.20, resterà in vigore fino al ripristino delle condizioni ambientali che consentiranno la riapertura in sicurezza al traffico sul tratto di strada interessato. La chiusura al transito è disposta per ogni tipologia di autoveicolo in entrambi i sensi di marcia e per le persone.

Se a San Marcello la situazione è relativamente tranquilla, con la statale pulita e il ghiaccio limitato alle strade comunali, a Sammommè i disagi si fanno sentire con forza. “Ora si viaggia abbastanza bene – spiega una residente. – Ma stamani era tutto ghiacciato, e anche adesso non abbiamo mezzi pubblici a disposizione. Il treno non transita da ieri sera. I ragazzi del paese non sono potuti andare a scuola”. Alle Piastre il ghiaccio che aveva invaso il centro del paese si sta sciogliendo grazie alla pioggia.

“Il problema – spiega Angelo Biagini della Protezione Civile del comune di Pistoia – è che le temperature non sono in aumento, soprattutto nella parte montana, da Cireglio in su. Stiamo ancora spargendo sale e abbiamo rimosso rami pericolanti.” Non sono previsti particolari rialzi di temperatura nei prossimi giorni: il freddo, unito alla pioggia che sta scendendo in queste ore, potrebbe portare a nuove gelate.

“Naturalmente stiamo cercando di rendere raggiungibili i seggi nelle zone collinari e montane, in vista delle elezioni di domenica, per permettere a tutti di andare a votare” aggiunge Biagini.

E per quanto riguarda i trasporti pubblici? “Al momento le strade sono perlopiù percorribili. Ho parlato con la Copit: con le catene da neve dovrebbero essere in grado di riprendere il servizio”.

Gli interventi, comunque, non si fermano. “La situazione è particolarmente difficile sopra i 400 metri, dove si sono verificati fenomeni di gelicidio – spiega l’assessore ai lavori pubblici del Comune Alessio Bartolomei. – Negli ultimi due giorni abbiamo sparso 1500 quintali di sale”.

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.