Contenuto Principale

Successo per il Museo della Bugia: quasi mille visitatori

Successo per il Museo della Bugia: quasi mille visitatori foto Gina Nesti

LE PIASTRE – Passata anche la quattro giorni di Ferragosto, per il neonato Museo della Bugia de Le Piastre è tempo di primi bilanci. Che sono molto lusinghieri.

“Abbiamo calcolato – spiegano il magnifico rettore dell'Accademia della Bugia e l'autore dei testi, Emanuele Begliomini e Tiziano Carradori – che in queste prime due settimane di apertura hanno visitato le nostre sale quasi novecento persone. Ci rendiamo conto di essere un filino sotto gli Uffizi, ma per noi e per la Montagna pistoiese si tratta di un risultato che giudichiamo straordinario e superiore ad ogni nostra più rosea aspettativa. Merito della novità, della curiosità che abbiamo suscitato e della notizia rilanciata da tutte le agenzie e dai principali mezzi di nformazione locali, nazionali, dalla Rai a Canale 5, e mondiali, dal Times a El Mundo alla televione nazionale cinese, che hanno parlato e fatto servizi su di noi. E non ci vogliamo fermare qui”.

Gli Accademici della Bugia intendono infatti festeggiare il primo mese di vita del Museo organizzando, dopo il successo del primo, un secondo pranzo nella sala polivalente del Museo. Il pranzo al Museo, con visita gratuita inclusa, è in programma per domenica 10 settembre alle ore 12.30 nella sede di via Modenese 653 a Le Piastre.

Il Museo continuerà a rimanere aperto per tutta l'estate ogni sabato ed ogni domenica dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, con ingresso gratuito e possibilità di visite guidate, anch'esse gratuite.

Al millesimo visitatore e ad un suo accompagnatore l'Accademia della Bugia offrirà il pranzo gratis in occasione della Prima Festa del Museo, che si terrà a trenta giorni dall'inaugurazione e che è in calendario per domenica 10 settembre con inizio alle 12.30. Il programma della giornata, per partecipare alla quale occorre prenotarsi telefonando allo 0573 – 412201 o allo 0573 – 472301, sarà reso noto nei prossimi giorni.

Per tutto il resto c'è www.labugia.it

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna