Contenuto Principale

I canoni Bim, una risorsa mai riscossa dalla montagna

Una centrale idroelettrica sulla Lima Una centrale idroelettrica sulla Lima

CUTIGLIANO - Nell’ultimo consiglio comunale di Cutigliano si è parlato di Bim, cioè dei canoni che devono pagare coloro che utilizzano i corsi d'acqua per produrre energia.

Il tema è stato affrontato in seguito ad una interpellanza del gruppo consiliare di minoranza “Cutigliano è qui che voglio vivere”. Da quest'anno, i canoni dovrebbero tornare nelle casse dei comuni montani. Fino al 2012, i Bim finivano nel bilancio della Comunità montana, poi sono passati alla Provincia di Pistoia.

Anche il gruppo di minoranza, “Cutigliano è qui che voglio vivere”, ha votato a favore.

“Il nostro voto – spiegano Marco Ferrari e Matteo Guidi - non poteva essere che favorevole, considerando che è da inizio mandato, metà 2014, che sollecitiamo in tutte le sedi istituzionali, Comune e Unione dei Comuni, le amministrazioni ad avocare nuovamente a sé queste risorse economiche di competenza della montagna. Bene che si sia arrivati a quanto deliberato in Consiglio, ma alcune osservazioni e domande insolute ancora rimangono tali”.

Chiusa la Comunità Montana (“Fatta 'fallire' – accusano i due consiglieri - da amministratori incapaci con in 'pancia' ben 1.600.000 euro di crediti non riscossi, perché dal 2007, cioè per i 5 anni che ancora non erano prescritti, si erano dimenticati di calcolarli e di passare all’incasso”, le funzioni, compreso l’incasso dei Bim, sono passate alla Provincia di Pistoia. Ma se prima questi canoni non venivano calcolati, i Comuni non hanno chiesto indietro nemmeno quelli del 2016.

“Una cosa che ha dell’incredibile e del vergognoso – dicono Ferrari e Guidi -, e la domanda di ieri, 2012 e di oggi, 2017, è sempre la stessa: come mai i Comuni della Montagna Pistoiese sempre in deficit e alla ricerca perenne di risorse finanziarie, che, per farvi fronte, senza tanti scrupoli, mettono le mani nelle tasche del cittadino-pantalone, con aumenti di ogni tipo, non hanno, scientemente riscosso o chiesto indietro alla provincia di Pistoia i proventi dei sovracanoni Bim, una risorsa importante per la montagna che da 10 anni o non viene riscossa o viene riscossa e non girata come di competenza ai Comuni?”.

Sul territorio dell'Appennino pistoiese, ci sono undici impianti idroelettrici: due a Sestaione, cinque sulla Lima, uno a Limestre, uno sul rio Freddo a Cutigliano, uno alle Regine, uno suol torrente Volato-Verdiana, a San Marcello.  

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ricerca / Colonna destra

Cerca nel sito

Agenda Montagna

Cambiano gli orari del Bus Navetta fra Le Piatre e Prunetta

PISTOIA - A seguito di ulteriori disposizioni di viabilità, con chiusura al transito del…

Reportpistoia su Facebook