Contenuto Principale

Sambuca in festa, fra ambiente e suggestioni storiche

Alcuni aspetti della festa a Sambuca (foto S. Di Cecio) Alcuni aspetti della festa a Sambuca (foto S. Di Cecio)

di Stefano Di Cecio

SAMBUCA PISTOIESE - “Non è stato un lavoro da poco riuscire a promuovere, coordinare e portare fino in fondo la realizzazione di questa giornata” - ci dice Daniela Niccolai, Assessore “tuttofare” del Comune di Sambuca -

Il nostro Comune si estende per ben 77 km quadrati, fatti di strade, montagne e località isolate, ma le risorse sono poche e le necessità invece molte. Questa iniziativa parte proprio dall’attenzione e dall’amore che il nostro territorio merita.

Abbiamo lavorato come una squadra, sia il Comune, sono stati fondamentali per la realizzazione della festa  i consiglieri Sara Lodovisi e Chistian Taddei, che ben otto pro loco, quelle di San Pellegrino, Taviano, Lagacci, Campeda, Posola, Treppio, Torri e Frasignoni con l’aiuto indispensabile di tantissimi volontari in forma organizzata o singolarmente, insieme a tutti gli abitanti di Sanbuca che pur non abitando il borgo tutto l'anno, lo amano e si sono dati da fare all'inverosimile”.

"Senza il loro aiuto - sottolinea l'Assessore - non saremmo riusciti a superare tutte le difficoltà, in particolare quelle logistiche, che abbiamo trovato davanti. Così il paese, che d’inverno non ha nessun abitante fatta eccezione per il convento di suore, ha inaugurato questa prima giornata di festa con l’augurio che possa diventare un appuntamento fisso negli anni a venire”.

Ogni pro loco ha portato piccoli stand con prodotti, libri e iniziative del proprio territorio, dal cibo alle guide, dai cesti ad oggetti di arredamento e gioielli fatti a mano. Il paese si è trovato così a vivere una nuova vita, fatta di colori e di gente. Nell’occasione è stata anche inaugurata  “La via del castagno”. Quest’ultima fa parte di un progetto di più ampio respiro finanziato in parte dalla Comunità Europea e che unisce molte provincie italiane.

Nello specifico del territorio di Sambuca si tratta di percorsi e sentieri per la valorizzazione dei castagni, di quelli secolari, e di quelli che hanno fornito per anni la castagna, prodotto alimentare che è stato per lungo tempo alla base dell’economia e dell’alimentazione montana. Il progetto per Sambuca è stato curato dalla Cooperativa Agricolo Forestale Castanea. Molte le persone presenti anche se l’evento avrebbe potuto essere maggiormente pubblicizzato, ma ogni cosa a suo tempo, la prossima edizione andrà sicuramente meglio andando a correggere tutti i piccoli problemi che sono emersi.

"Siamo rimasti molto soddisfatti” - ci dice una coppia di Prato che ha saputo dell’iniziativa quasi per caso in un negozio che si trova lungo la statale. Come loro molti altri promuovono a pieni voti la festa di Sambuca. Considerato il poco posto per parcheggiare, era stato organizzato un servizio di navetta grazie alla partecipazione della locale sezione della Croce Verde.

La rocca di Sambuca, con tutti i suoi segreti, passaggi e cunicoli  nascosti che legano il destino della ghibellina Selvaggia Vergiolesi alla città di Pistoia, potrebbe essere un grande incentivo per il turismo, ma ogni appello, e sono tanti, fatto dal Comune per ottenere fondi per il restauro e per interventi di valorizzazione, è per ora rimasto inascoltato. 

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna