Martedì, 19 Marzo 2019 16:58

Spi, la Regione non può sottrarsi al confronto sulla sanità in montagna

L’incontro pubblico voluto dalla Consulta della Salute e dalle Associazioni che sul territorio della montagna si stanno battendo per la difesa del diritto alla salute, incontro concordato con l’assessore Saccardi che aveva garantito la sua presenza a San Marcello per martedi 19 marzo, è saltato per improrogabili impegni sopraggiunti dell’assessore stesso.

Niente di male, può succedere, bastava indicare un’altra data.

Invece, nella lettera di annullamento dell’assemblea, inviata il 18 marzo all’amministrazione comunale, si legge che l’assessore non solo non indica un’altra data, ma propone di sostituire l’assemblea pubblica con un incontro con la sola Consulta e per giunta a Firenze.

Possiamo solo augurarci che con questo la Regione non voglia negarsi al confronto con il territorio, momento fondamentale per chi amministra, perché basato sull’ascolto dei cittadini ( documento della Consulta, raccolta di oltre 8.000 firme), sulla denuncia delle più sentite criticità.

Chiediamo che venga riconvocata a breve l’assemblea pubblica per il momento annullata, altrimenti sarà impossibile non considerare il fatto come un pretesto per sottrarsi al confronto con le istanze dei cittadini. Nell’assemblea organizzata dalla Lega SPI Cgil del 12 marzo scorso alla Baccarini, molto partecipata, con all’ordine del giorno la proposta di attivare il servizio di telemedicina in montagna, è emerso chiaramente come i disagi per i cittadini siano gravi e documentati; da qui l’impegno della Cgil ad analizzare i dati correnti disponibili sui profili di salute degli abitanti la montagna, dalla cui lettura, per ora parziale, già emergono criticità che esigono risposte risolutive da parte della Regione.

E’ gravemente insufficiente ciò che è stato sin qui attivato sul territorio e non si vede all’orizzonte nessuna pianificazione e realizzazione dei servizi decentrati che dovevano accompagnare il “taglio” del Pronto Soccorso, dell’ospedale Pacini e dei presidi sanitari di tutti i comuni montani.

Lega SPI Cgil - Montagna Pistoiese

questo articolo è stato offerto da:


 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.