Contenuto Principale

San Marcello. Incentivi per la scuola primaria: occorre chiarezza

Marco Poli Marco Poli

San Marcello - Dietro richiesta di genitori e dopo aver verificato che ci sono delle cose poco chiare, sono qui a chiedervi chiarimenti.

Con la deliberazione n°24 del 7/3/2018 si è dato il via a "l'incentivo alla frequenza della classe prima delle scuole Primarie con iscrizioni poco numerose" per l’anno 2018/2019. A seguito di questo il 26 marzo 2018 è apparso l’avviso che indica le modalità per fare richiesta di questo servizio,comunque limitato a due bambini. Il termine per poter provare ad accedere a questo servizio è a 30 giorni dall’avviso,quindi il 26 aprile, e già qui sorge la prima domanda in quanto le iscrizioni scolastiche per l’anno 2018/2019 si sono chiuse il 6 febbraio scorso, quindi come si spiega il tutto?

Inoltre da informazioni arrivateci (ma non ancora verificate) sembrerebbe che ci siano già due bambini che da San Marcello vanno a scuola a Piteglio e che già non paghino lo scuolabus. Ripeto informazioni non verificate, ma che se fossero veritiere farebbero apparire il tutto come una sorta di “condono”, quindi vi chiederei di verificare e nel caso smentire questa voce.

Proseguendo, calcolando che con la grave crisi finanziaria che attraversa il nostro paese, potrebbero essere in molti a voler approfittare dell’incentivo, non è chiaro quale saranno le modalità con cui sarà scelto un bimbo piuttosto che un altro. Vorrei che fosse fatta chiarezza su questo punto.

Infine, sono conscio che vi è la necessità di tenere aperta la Scuola primaria "Tiziano Terzani" di Piteglio nonostante i pochi alunni iscritti. É una preoccupazione che io e a la Lega montagna pistoiese condividiamo con l’amministrazione comunale. Ma in questo modo si fa una grave discriminazione verso gli abitanti dell’ex comune di Piteglio che non possono accedere in alcun modo a questo bonus. Ricordo che ora il comune è uno solo, derivato dai due ex comuni di San Marcello P.se e Piteglio e tutti gli abitanti meritano pari dignità. Quindi pur condividendo il fine (tenere aperto la scuola di Piteglio) io e la Lega montagna pistoiese ci troviamo fortemente contrari a questo metodo perché altamente discriminatorio per una parte della popolazione.

Marco Poli

Lega montagna pistoiese

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna