Mercoledì, 21 Marzo 2018 17:17

Scuola Petrocchi. Il Comune ha offerto una soluzione fattibile e condivisa dalla dirigente

Pistoia - Sulla Scuola d’arte Petrocchi occorre fare chiarezza di fronte agli interventi del Capogruppo del Pd Tripi e della consigliera provinciale delegata Niccoli.

In primo luogo l’Amministrazione, tramite gli assessori Semplici e Frosini, ha offerto una soluzione pratica, approvata sia dalla dirigente dott.ssa Pastacaldi che dagli studenti, per voce di Baldassarri, Presidente della Consulta provinciale, nella circostanza emergenziale dello sfratto che ha mostrato tutta l’incapacità dell’amministrazione provinciale nel gestire il problema. Occorre chiarire che il Comune non ha alcuna competenza in merito e che ha offerto il proprio aiuto solo per evitare il blocco della didattica.

A questa offerta il Presidente della Provincia non ha risposto in via ufficiale ma soltanto tramite interventi generici sulla stampa.

In secondo luogo la soluzione della Consigliera Niccoli di intercettare i bandi relativi ai mutui BEI, pur interessante, è proiettata nel futuro, non essendo il bando ancora uscito e non essendoci comunque progetti cantierabili, mentre la Delegata pensa ai progetti, peraltro relativi ad aree che non hanno attualmente quella destinazione urbanistica, però, gli studenti resterebbero per strada probabilmente per anni.

Rispetto al necessario adattamento della sede dell’ex Polizia di Stato pare che si cerchi di difendere l’indifendibile: la Provincia cerca infatti una sede in affitto, e per l’affitto i soldi che la provincia dice di non avere per le ristrutturazioni ci sarebbero, e questa sede, non essendoci ovviamente scuole già pronte per essere locate, andrebbe comunque adattata, con costi che andrebbero ad aggiungersi ai canoni di locazione.

Per concludere: al capogruppo Tripi, che chiede di costruire un nuovo edificio nella zona della Piscina Fedi, noi chiediamo di rivolgere lo sguardo alla piscina stessa che il PD e la Provincia hanno lasciato morire e sullo sfacelo della quale Fratelli d’Italia è recentemente intervenuto. Chiediamo maggiore responsabilità e riteniamo il riutilizzo ed il ripristino degli edifici già esistenti preferibile rispetto a nuove colate di cemento.

Lorenzo Galligani

Capogruppo FdI Consiglio Comunale Pistoia

 

 

questo articolo è stato offerto da:


Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.