Lunedì, 22 Gennaio 2018 17:20

Liberi e Uguali: Serravalle, quella del sindaco Lunardi è la politica del disfare

 

Serravalle - Non importa se fatto bene o fatto male, la logica è annullare, disfare tutto quello che hanno fatto quelli che c'erano prima.

Questo succede al Comune di Serravalle. L'amministrazione Lunardi, presa da smania trumpista, sta procedendo su questa strada.

Quindi via lo sportello migranti, via la gara per la progettazione di importantissime opere pubbliche: asilo nido, campo sportivo, palestra ecc. progetti indispensabili per richiedere finanziamenti regionali o europei.

Via anche il vecchio Comitato Gemellaggi, trattato a “pesci in faccia” e con l'approvazione di un nuovo regolamento che non prevede la partecipazione delle Associazioni e della scuola.

Ultima mossa degli attuali amministratori, per procedere con coerenza? Via la Cooperazione Internazionale. Compresa quella che alle casse del comune non costa niente o pochissimo.

La delibera proposta dalla Giunta al Consiglio comunale lo scorso 17 gennaio, ed approvata a maggioranza, dispone l'uscita del Comune di Serravalle dalla Fondazione Water Right Energy Foundation Onlus. Una fondazione no-profit, costituita dall'assemblea di Publiacqua, attiva da circa 15 anni in Italia e in ambito internazionale, che promuove interventi di cooperazione, ricerca, formazione, tutela e valorizzazione delle risorse naturali con particolare riferimento al diritto di accesso all’acqua e del suo uso sostenibile.

I soci fondatori della Onlus sono Publiacqua, che finanzia con una piccola percentuale degli utili di esercizio, Consiag, Arci, l'Università di Firenze alcuni Comuni di area Publiacqua; associati e partner, tra gli altri, Caritas Firenze e Prato, Università di Pisa, Cispel, Regione Toscana, prossimo l’ingresso di Anci. Dunque soggetti di grande rilevanza e qualità che in questi anni hanno lavorato in proficua sinergia.

Il Comune di Serravalle, in collaborazione con l'associazione no- profit “Lucca Massaua un Lungo Ponte”, aveva avviato un progetto di cooperazione a favore di una popolazione eritrea alla periferia di Massaua.

Obiettivo quello di fornire dei dissalatori per produrre acqua idonea ad irrigare e quindi coltivare, un terreno incolto per la mancanza di acqua priva di sale. Una risorsa importantissima per la vita delle popolazioni locali.

Il progetto, grazie al lavoro della precedente Amministrazione, era stato finanziato dalla Fondazione W.R.E.F. per 20.000 euro, era in fase di realizzazione ed una prima parte del finanziamento era già stata erogato. Venendo a mancare il soggetto istituzionale del programma cooperativo, cioè il Comune di Serravalle, c’è ora il forte rischio che il finanziamento venga annullato.

La precedente Amministrazione aveva coinvolto nel progetto solidale studenti e insegnanti della Scuola Media. Sono state realizzate iniziative con i ragazzi che hanno risposto con molto interesse e passione.

Essenziale il ruolo svolto dal corpo docente che partendo dal progetto solidale ha saputo formare e sensibilizzare all’uso della risorsa acqua. Altre iniziative erano in programma per l’avvio della fase due del progetto già concordata con l'Associazione e la Fondazione.

Ora va in fumo anche la collaborazione con la scuola.

Ma di queste cose non si interessa l’attuale maggioranza a guida Lunardi; importante invece è alimentare pregiudizi e populismo copiando maldestramente atteggiamenti e slogan: “non un euro fuori dal territorio”, persino il già discutibile “aiutiamoli a casa loro” deve essere apparso troppo “progressista”!

Per Lunardi & C. l'importante è disfare. Trump docet. 

Liberi e Uguali Serravalle Pistoiese

 

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Voglia di Vivere 06 PISTOIA